15 Stati membri dell'UE utilizzano già il "Certificato digitale UE COVID"

0 399

Aereo in ritardo? Il volo è stato cancellato? >>Richiedi un risarcimento ora<< per il volo
ritardato o annullato! Puoi ottenere fino a 600€!

Più della metà degli Stati membri dell'UE ha iniziato a rilasciare il "Certificato digitale UE COVID" per i viaggi, una misura stabilita dagli Stati dell'UE per ristabilire i viaggi tra i paesi europei, a più di un anno dall'inizio dei divieti e delle restrizioni di viaggio..

Secondo la Commissione Europea, i seguenti paesi dell'UE sono effettivamente collegati al gateway EUDCC e rilasciano e/o verificano almeno un certificato: Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Germania, Grecia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Polonia, Portogallo, Spagna, Islanda (paese Schengen extra UE). Bulgaria, Repubblica Ceca, Danimarca, Germania, Grecia, Croazia e Polonia hanno iniziato a rilasciare i primi certificati dal 1 giugno e Belgio e Portogallo sono gli ultimi paesi dell'UE a lanciare il certificato.

Il resto degli Stati membri è tecnicamente pronto per connettersi al gate EUDCC e inizierà a rilasciare i primi passaporti ai propri cittadini nei prossimi giorni. La Francia ha già annunciato che lo è aggiornerà il certificato di vaccinazione COVID-19 il 22 giugno da sincronizzare con  "Certificato digitale UE COVID".

15 Stati membri dell'UE utilizzano già il "Certificato digitale UE COVID". Inoltre, l'Islanda utilizza il certificato rilasciato dall'Unione Europea.

Inoltre, L'Italia ha annunciato che inizierà ad accettare ed emettere certificati dal 15 giugnoTuttavia, secondo la Commissione Ue, ciò non è ancora avvenuto. I dati mostrano che l'interesse degli europei per ottenere certificati è molto alto. Ad esempio, in Germania sono stati rilasciati cinque milioni di passaporti di viaggio digitali in due settimane.

D'altro canto, Ungheria, Finlandia e Malta sono i tre membri dell'UE in ritardo con l'attuazione del documento, poiché tutti e tre i paesi sono ancora in fase di test per prepararsi tecnicamente per la connessione al gateway EUDCC. L'Islanda è l'unico paese Schengen non UE ad iniziare a rilasciare il documento ai propri cittadini. Gli altri tre - Liechtenstein, Svizzera e Norvegia - hanno tutti completato la fase di test e sono pronti per connettersi al gateway.

L'iter legislativo per il passaporto dell'UE si è concluso il 14 giugno, quando i presidenti delle tre principali istituzioni dell'UE hanno firmato il regolamento durante una cerimonia formale di firma, due mesi dopo che i membri dell'UE hanno iniziato a redigere il documento.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.