21 paesi europei hanno abbandonato le loro regole di ingresso COVID

0 1.160

Il numero di casi di infezione da COVID-19 è in calo in Europa, il che ha portato la maggior parte dei paesi dell'Unione Europea / Spazio economico europeo ad abbandonare le regole di ingresso del COVID-19. Inoltre, la stagione estiva è appena iniziata e il turismo ha bisogno di questi svaghi di viaggio.

Non meno di 20 paesi dell'Unione Europea/Spazio Economico Europeo hanno rinunciato alle regole di ingresso COVID-19: Austria, Belgio, Bulgaria, Repubblica Ceca, Croazia, Cipro, Danimarca, Grecia, Ungheria, Islanda, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania , Norvegia, Polonia, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia e Svizzera.

Tutti i viaggiatori, indipendentemente dal Paese di origine, possono viaggiare nei suddetti Paesi senza regole e restrizioni COVID-19. Non è più necessario presentare un certificato digitale COVID-19: vaccinazione, test o guarigione. Allo stesso tempo, non devono più presentare il PLF. Tutto quello che devono fare ora è seguire altre regole di viaggio, come presentare un passaporto o un visto valido, se tale requisito si applica a loro.

Altri paesi europei continuano a imporre determinate regole di ingresso COVID-19. Questi paesi includono Estonia, Francia, Germania e Paesi Bassi. Va notato che la Spagna ha abbandonato le norme dell'UE per i viaggi nell'UE, ma mantiene le misure COVID-19 per coloro che desiderano viaggiare da paesi terzi.

D'altra parte, per quanto riguarda le restrizioni interne sul COVID-19, tutti i paesi hanno già abbandonato la maggior parte delle misure. I viaggiatori non sono più tenuti a indossare una mascherina o presentare uno dei permessi digitali COVID-19 quando accedono a vari luoghi ed eventi pubblici.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.