Il 29% delle destinazioni nel mondo ha confini chiusi per il turismo internazionale

0 212

Secondo i dati dell'ultimo numero del Rapporto delle Nazioni Unite sulle restrizioni di viaggio, è stato dimostrato che dal 1° giugno il 29% delle destinazioni nel mondo ha le frontiere completamente chiuse al turismo internazionale.



Di queste destinazioni, più della metà sono state completamente chiuse agli arrivi di turisti da maggio 2020 o più, con la maggior parte dei paesi appartenenti a piccoli stati insulari dell'Asia e del Pacifico. Solo tre destinazioni, invece, Albania, Costa Rica e Repubblica Dominicana, sono completamente aperte agli arrivi turistici, senza restrizioni. Una su tre di tutte le destinazioni, o più precisamente il 34%, è parzialmente chiusa e il 36% di esse richiede ai turisti di segnalare un test COVID-19 negativo all'arrivo, in alcuni casi, insieme all'obbligo di quarantena.

Inoltre, il 42% di tutte le destinazioni ha introdotto restrizioni separate per i viaggiatori in arrivo da paesi in cui le varianti COVID-19 si sono diffuse sospendendo i voli, chiudendo le frontiere o imponendo requisiti di quarantena obbligatori. Poiché la maggior parte delle destinazioni che mantengono misure rigorose hanno i tassi di vaccinazione più bassi, l'UNWTO ha notato che i dati suggeriscono un legame tra restrizioni ridotte e tassi di vaccinazione.

Il 29% delle destinazioni nel mondo ha confini chiusi per il turismo internazionale.

Al contrario, le destinazioni con tassi di vaccinazione più elevati e paesi che possono lavorare insieme su protocolli e regole armonizzati, come i paesi Schengen, sono in una posizione migliore per consentire al turismo di tornare gradualmente. Inoltre, il rapporto ha rilevato che le differenze regionali relative alle restrizioni di viaggio rimangono, più precisamente, come segue:

  • Il 70% delle destinazioni in Asia e nel Pacifico è completamente chiuso
  • Il 13% delle destinazioni in Europa è completamente chiuso
  • Il 20 percento delle destinazioni in America è completamente chiuso
  • Il 19% delle destinazioni in Africa è completamente chiuso
  • Il 31% delle destinazioni in Medio Oriente è completamente chiuso

Quando si tratta di valutare i requisiti per le persone che sono state completamente vaccinate, il 17% di tutte le destinazioni menziona esplicitamente i viaggiatori vaccinati nei propri regolamenti. Pertanto, il rapporto suggerisce che la ripresa del turismo globale rimarrà in standby finché i governi continueranno a fornire avvisi di viaggio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.