I turisti di 45.000 hanno visitato Tel Aviv in occasione del Gay Pride 2019

0 114

I mesi di maggio e giugno sono stati pieni per il turismo a Tel Aviv. A seguito della competizione Eurovision, che si è svolta alla fine di maggio, è seguita la sfilata della comunità LGBTQ. Ciò ha attratto non meno di partecipanti 250.000, inclusi i turisti 45.000.

Negli ultimi anni 3, il tuo volo è stato ritardato di più di 3 ore o il tuo volo è stato cancellato? Richiedi ora danni legali fino a € 600!

La più grande parata del Pride in Medio Oriente ha raggiunto la sua undicesima edizione e si è evoluta nel tempo da una parata di un giorno a un festival che si è svolto per diverse settimane.

Gay Pride MAI

Inoltre, al di là del messaggio di fiducia per la comunità LGBTQ, la parata è diventata anche un'importante attrazione turistica per Tel Aviv, quest'anno non meno di quanto i turisti 45.000 sono venuti appositamente per partecipare al festival.

Tel Aviv è stata votata "Migliore città gay" e "La città più gay-friendly del mondo", la sfilata del Pride è uno degli eventi LGBTQ più importanti al mondo, attirando migliaia di visitatori in Israele.

Oltre 45 milioni di dollari spesi

Durante il festival e l'evento, i turisti hanno portato l'economia locale a oltre 45 milioni di dollari, spendendo 89 milioni di dollari per la pubblicità al pubblico LGBTQ, inclusa la Pride Week.

I turisti che partecipano a questo evento hanno un'età media di 37 anni e la maggior parte opta per appartamenti in affitto. Gli hotel vengono scelti dai turisti su 40 da anni. La durata minima del soggiorno durante il Pride 2019 di Tel Aviv era di 5 giorni.

Patrick Harris Tel Aviv Ambassador Pride 2019

L'attore, scrittore, cantante e produttore americano Neil Patrick Harris è stato eletto Pride Ambassador, dicendo dopo l'evento che "L'orgoglio di Tel Aviv è diventato un simbolo importante della visibilità e dell'accettazione della comunità LGBTQ a livello internazionale. Siamo entusiasti di visitare Israele per la prima volta e siamo onorati di far parte di questa celebrazione che supporta la comunità LGBTQ, sia in Israele che a livello globale, specialmente mentre celebriamo gli anni 50 dall'insurrezione di Stonewall. ”

"Tel Aviv, che è già stata riconosciuta come" la città più amica della comunità LGBTQ "e un punto importante per la libertà, il pluralismo e la tolleranza, è orgogliosa di ospitare una vasta e diversificata popolazione LGBTQ. Il Pride Parade non è solo una vacanza, ma una dichiarazione di sostegno e un'opportunità per promuovere la parità di diritti per tutti. Continueremo a sostenere e celebrare la cultura locale LGBTQ e continueremo ad essere una destinazione accogliente per la comunità gay internazionale ", Sindaco di Tel Aviv Ron Huldai.

70.000 di turisti rumeni ha visitato Israele dall'inizio di 2019 fino ad ora

La crescente domanda per la destinazione Israele si riscontra anche nei dati registrati dal Ministero del Turismo di Israele. Dall'inizio dell'anno fino alla fine di maggio, 2019, oltre 70.000 di turisti rumeni, è arrivato in Israele. Le autorità prevedono di superare il record 120.000 di turisti registrati l'anno scorso.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Cinese (tradizionale)IngleseFranceseTedescoLezioniPortogheserumenoRussianSpagnoloturco