Antalya rimane la destinazione più ambita in estate

0 369

A maggio 2013, su invito di Prestige Tours e HAPPYşor, Ho avuto l'opportunità di testare servizi tutto compreso in uno rimanere ad Antalya. In questa occasione, ho volato per la prima volta con a volo charter operato da Air Bucharest.

Sono partito scettico su questo infotrip e non sapevo davvero cosa aspettarmi. Ma è stata una settimana molto bella, ben oltre le aspettative e ho capito cosa vuol dire con "tutto compreso". Ho visitato oltre 40 hotel a 4 e 5 stelle in compagnia di oltre 40 persone meravigliose di agenzie di viaggio rumene.

Maxx Royal Belek Golf & Spa
Maxx Royal Belek Golf & Spa

(altre foto da Infotrip di Antalya con Prestige Tours e Neva Travel)

Nessuna meraviglia che Antalya rimanga la destinazione più ambita in estate. Happy Tour lo annuncia 67% delle richieste di ferie ricevute include Antalya tra le opzioni e invierà non meno di 7000 di rumeni in un soggiorno in Turchia questa estate.

Dall'anno 2011, Buon giro opera voli charter settimanali 4 da Bucarest ad Antalya e questa primavera, per soddisfare la crescente domanda per questa destinazione, l'azienda ha deciso di introdurre una nuova gara settimanale insieme a Prestige Tours, il tour operator del gruppo Happy Tour.

I soggiorni a Antalya iniziano da 400 euro / persona / notti 7 e può persino arrivare a 3.500 euro / persona negli 5 resort stelle all-inclusive. Antalya è preferita dai turisti rumeni che viaggiano con la loro famiglia, optando per servizi tutto compreso o anche ultra tutto compreso.

Oltre ad Antalya, i turisti rumeni hanno scelto di trascorrere le vacanze estive in destinazioni come le isole greche, in particolare Mykonos, Santorini, Corfù, Creta, ma anche le Isole Baleari, Palma di Maiorca o Tenerife.

Tornando ad Antalya, mi è piaciuta molto la politica turistica turca. Hanno cambiato l'infrastruttura stradale, hanno creato questo tipico servizio “tutto compreso”, incoraggiano il turismo attraverso strutture offerte ad albergatori e agenzie di viaggio, incoraggiano la produzione interna di verdura, frutta, bevande, ecc. Non è qualcosa di nuovo, ma hanno un pensiero molto più pratico ea lungo termine rispetto alle autorità e agli albergatori rumeni. Forse dovremmo imparare di più da loro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.