Il traffico riprende tra Francia e Regno Unito, solo sulla base di un test COVID-19 negativo

0 3.194

Il Ministero degli Affari Esteri segnala l'adozione da parte delle autorità francesi della decisione di consentire, a partire dal 23 dicembre 2020, 00.01 (ora francese) lo sblocco del traffico dal Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord alla Repubblica francese.

Secondo le informazioni inviate pubblicamente stasera dal governo francese, potrà viaggiare dal Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord verso la Repubblica francese o transitare attraverso la Repubblica francese, per i cittadini francesi e dell'Unione europea, compresi i rumeni, nonché per i cittadini britannici o di paesi terzi residenti in Francia, nell'Unione europea o in altri paesi europei.

Puoi viaggiare dal Regno Unito alla Francia solo sulla base di un test COVID-19 negativo

Le persone nelle suddette categorie sono tenute a presentare un test negativo per l'infezione da COVID-19, eseguito un massimo di 72 ore prima del viaggio.

Tutti i passeggeri sono tenuti a presentare alla compagnia aerea, marittima o ferroviaria un documento rilasciato da un laboratorio medico che attesti il ​​risultato negativo del test per COVID-19.

Sono accettati sia i test PCR che quelli dell'antigene sensibili al nuovo ceppo di coronavirus.. L'elenco dei test antigeni accettati deve essere pubblicato dal Ministero francese della Solidarietà e della Salute.

Il presente regolamento rimarrà in vigore almeno fino al 6 gennaio 2021, previa possibile rivalutazione a livello bilaterale o europeo.

Le condizioni per la ripresa del trasporto su strada saranno comunicate quanto prima dalle autorità francesi.

Raccomandazione pubblicata oggi dalla Commissione Europea

Le misure annunciate dalle autorità francesi avvengono seguendo i passi attivi del Ministero degli Affari Esteri da parte francese e sono anche responsabili Raccomandazione pubblicata oggi dalla Commissione Europea su un approccio coordinato al viaggio e al trasporto in risposta alla situazione creata dall'identificazione del nuovo ceppo del virus SARS-CoV-2 osservato nel Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord.

La presente raccomandazione sostiene di facilitare i viaggi essenziali e il transito dei passeggeria evitando di bloccare le catene di approvvigionamento con le mercicosì come per misure preventive per prevenire la diffusione del nuovo ceppo del virus in tutta l'UE.

Il Ministero degli Affari Esteri, in stretto coordinamento con gli altri ministeri competenti, continuerà a monitorare gli sviluppi nella gestione della pandemia COVID-19 ea riferire tempestivamente su eventuali misure prese in relazione a tali sviluppi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.