Georgia, Moldova e Serbia aderiscono al sistema di certificati digitali COVID-19 dell'UE

0 248

Georgia, Moldova e Serbia hanno aderito ufficialmente al sistema di certificati digitali COVID dell'UE il 15 novembre. I tre stati hanno soddisfatto tutti i requisiti per entrare a far parte del sistema utilizzato per i viaggi in Europa.

"Oggi diamo il benvenuto a Georgia, Moldova e Serbia nel nostro sistema #EUCovidCertificate", ha scritto la Commissione Ue sul suo account Twitter ufficiale.

Secondo il nuovo annuncio, i certificati COVID-19 emessi dalle autorità di Georgia, Moldova e Serbia saranno ora riconosciuti alle stesse condizioni del certificato digitale UE COVID-XNUMX rilasciato dai paesi dell'UE/Area Schengen.

Significa che i cittadini di questi paesi terzi potranno ora viaggiare negli Stati membri dell'UE e in altri paesi terzi già collegati al sistema, purché dispongano di un certificato valido che attesti la vaccinazione o il recupero di COVID-19.

"In viaggio, il titolare del certificato digitale COVID-19 UE dovrebbero, in linea di principio, essere esentati dalle restrizioni alla libera circolazione: gli Stati membri dovrebbero astenersi dall'imporre ulteriori restrizioni di viaggio ai titolari di un certificato digitale COVID-19 UE", ha spiegato la Commissione.

Tuttavia, le autorità della Georgia, della Moldova e della Serbia devono mantenere regole di ingresso e di viaggio rilassate per gli altri titolari del certificato digitale COVID dell'UE, il che significa che i titolari del documento dovrebbero generalmente essere esentati da tutte le norme. dei tre paesi.

Ad eccezione di Georgia, Moldova e Serbia, che hanno appena aderito al sistema, anche altri 11 paesi terzi sono collegati al sistema di certificati digitali dell'UE per il COVID-19.

"49 paesi e territori in cinque continenti sono ora collegati al sistema, rafforzando la fiducia in viaggi sicuri all'interno e all'esterno dell'UE!" ha affermato un rappresentante della Commissione europea.

Questi paesi sono: Albania, Armenia, Isole Faroe, Israele, Marocco, Nuova Zelanda, Macedonia settentrionale, Panama, Turchia, Ucraina e Regno Unito.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.