17 marzo in aviazione: il velivolo Lady Sunkist ha effettuato un volo record di oltre 1.008 ore; il primo volo non-stop da Tokyo a New York.

0 165

Aereo in ritardo? Il volo è stato cancellato? >>Richiedi un risarcimento ora<< per il volo
ritardato o annullato! Puoi ottenere fino a 600€!

Il 17 marzo 1949, l'aereo Aeronca 15AC Sedan, immatricolato N1074H e denominato Lady Sunkist, effettuò un volo record della durata di 1.008 ore e 2 minuti (42 giorni e 2 minuti). I piloti Dick Riedel e Bill Barris erano al timone dell'aereo. Questo è stato il quarto tentativo di battere il record di 726 ore stabilito nel 1939 dai piloti di Long Beach Wes Carroll e Clyde Scliepper.

Negli aeroporti lungo il percorso, il personale di terra salì a bordo dell'auto e l'autista guidò lungo la pista mentre Lady Sunkist passava leggermente sopra la testa. Così, i piloti dell'aereo hanno ricevuto le lattine di benzina e cibo per resistere al volo.

Lady-Sunkist

I primi tre tentativi sono falliti a causa di problemi meccanici. Il piano era che Lady viaggiasse da Fullerton a Miami e ritorno. L'aereo sarebbe quindi rimasto al di sopra della California meridionale fino a quando il record non fosse stato battuto.

Altri eventi di aviazione il 17 marzo.

Il volo Northwest Orient Airlines 710 si è schiantato vicino a Tell City.

Il 17 marzo 1960, il volo Northwest Orient Airlines 710, un aereo Lockheed L-188 Super Electra che era decollato da Chicago per Miami, Florida, si schiantò in aria a un'altitudine di 4.600 me si schiantò vicino a Tell. City, Indiana, uccidendo tutti i 63 passeggeri e l'equipaggio a bordo.

Il primo volo dell'elicottero Aérospatiale SA 315B Lama.

Il 17 marzo 1969 si svolse il primo volo dell'Aérospatiale SA 315B Lama, un elicottero monomotore francese sviluppato per soddisfare le esigenze operative delle forze armate indiane. Combina l'Aérospatiale Alouette II più leggero con i componenti Alouette III e il motore. La lama ha prestazioni eccezionali ad altitudini elevate.

Gli elicotteri sono stati costruiti su licenza della Hindustan Aeronautics Limited (HAL) in India, nota come Cheetah. HAL ha successivamente sviluppato una variante modernizzata, alimentata dal motore Turbomeca TM 333-2M2, noto come Cheetal. Una versione armata, commercializzata come Lancer, è stata prodotta anche da HAL. È stato anche costruito su licenza di Helibras in Brasile con il nome Gavião.

Il primo volo del Bell X-22.

Il 17 marzo 1966 ebbe luogo il primo volo del Bell X-22. Il Bell X-22 è un aereo americano X-V / STOL con quattro ventole e un canale di inclinazione. Il decollo doveva avvenire selettivamente, o con le eliche inclinate verticalmente verso l'alto o su una pista corta con le piattaforme inclinate in avanti di 45 °. Inoltre, l'X-22 doveva fornire una migliore prospettiva sull'applicazione tattica dei vettori di truppe a decollo verticale, come l'Hiller X-18 o il Bell XV-15. Un altro requisito del programma era che la velocità di volo raggiungesse almeno 525 km / h (326 mph, 283 nodi).

Il primo volo senza scalo da Tokyo a New York.

Il 17 marzo 1976, un Boeing 747 della Japan Air Lines effettuò il primo volo senza scalo da Tokyo a New York. Il volo è durato 11 ore e 30 minuti, su una distanza di 10.139 km (6.300 miglia).

Il volo Aeroflot 1691 si è schiantato vicino all'aeroporto di Vnukovo.

Il 17 marzo 1979, il volo Aeroflot 1691, un aereo Tupolev Tu-104, si schiantò vicino all'aeroporto di Vnukovo mentre cercava di effettuare un atterraggio di emergenza, dopo che fu segnalato un allarme antincendio, uccidendo 58 delle 119 persone a bordo dell'aereo.

Il volo Avianca 410 si è schiantato vicino a Cúcuta, in Colombia.

Il 17 marzo 1988, il volo Avianca 410, un Boeing 727, si schiantò vicino a Cúcuta, in Colombia, subito dopo il decollo a causa di un errore del pilota. Tutte le 142 persone a bordo, passeggeri ed equipaggio, sono morte.

Il volo UTAir 471 si è schiantato sulla pista di Amara, in Russia.

Il 17 marzo 2007, il volo UTAir 471 si è schiantato sulla pista di Amara, in Russia, mentre tentava di atterrare. Tupolev Tu-134 (RA-65021) ha colpito il suolo ed è esploso in fiamme, uccidendo 6 dei 57 passeggeri a bordo. La causa ufficiale dell'incidente è stata la scarsa pianificazione e gestione delle condizioni di nebbia da parte dei piloti. Successivamente, a seguito delle indagini, il capitano dell'aereo è stato condannato a 6 anni di carcere e il primo ufficiale a 2 anni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.