Israele consentirà l'accesso ai turisti vaccinati dalla Romania, a partire dal 23 maggio

0 381

Più di un anno dopo la chiusura dei suoi confini e dopo tre ondate pandemiche aggressive, Israele ha ottenuto l'immunità di gregge a seguito di una massiccia vaccinazione e consentirà l'accesso nel paese a partire dal 23 maggio 2021 a tutti i turisti rumeni vaccinati.

La notizia è stata data oggi, 13 aprile 2021, in una dichiarazione congiunta del ministro del Turismo di Israele, Orit Farkash-Hacohen, e del ministro della Salute, Yuli Edelstein. Nella prima fase, l'accesso in Israele sarà consentito solo a gruppi organizzati.

La riapertura turistica di Israele avverrà gradualmente, a partire dal 23 maggio, quando i primi gruppi di turisti avranno accesso in Terra Santa. I viaggiatori individuali potranno entrare in Israele nella seconda fase.

Quali sono le condizioni per l'accesso in Israele dal 23 maggio?

Tutti i visitatori potranno entrare in Israele sulla base di un test PCR negativo e dovranno anche sostenere un test sierologico per dimostrare l'esistenza di anticorpi dopo la vaccinazione.

Il test sierologico per i rumeni può essere eliminato firmando un accordo bilaterale tra il governo di Israele e il governo della Romania, con il quale Israele riconoscerà il certificato di vaccinazione rilasciato dalle autorità rumene. A tal proposito, il governo di Israele ha già avviato discussioni con la parte rumena e ha già inviato una proposta alla quale si attende la risposta ufficiale del governo rumeno. Tali trattati sono già stati firmati da Israele con Grecia e Cipro. 

Le autorità di Gerusalemme forniranno maggiori informazioni nei prossimi giorni sull'intero processo di accesso a Israele.

Ministro della Salute Yuli Edelstein: "Israele è il paese con la più alta percentuale di persone vaccinate e i cittadini israeliani sono i primi a godere di questo risultato. Dopo l'apertura dell'economia, è tempo di consentire l'accesso ai turisti stranieri in modo attento e calcolato. Il turismo è una delle zone più colpite dalla pandemia. Analizzeremo la situazione pandemica e continueremo ad allentare le misure restrittive".

Il ministro del turismo Orit Farkash-Hacohen: "Sono lieto di fare questo importante primo passo nel settore del turismo. È tempo che il vantaggio unico di Israele come paese sicuro e privo di rischi ci aiuti a riprenderci dalle perdite di questo anno pandemico. Consentire i voli internazionali e il via libera offerto ai gruppi turistici è il primo passo per rilanciare l'industria del turismo israeliano."

Israele è attivo l'elenco dei paesi in cui sarà possibile viaggiare in base al vaccino anti-covid.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.