L'Italia non applica eccezioni per le vaccinazioni COVID-19, non ancora!

0 1.346

Aereo in ritardo? Il volo è stato cancellato? >>Richiedi un risarcimento ora<< per il volo
ritardato o annullato! Puoi ottenere fino a 600€!

In questi giorni si assiste ad uno "scandalo" su come ad alcuni passeggeri vaccinati con COVID-19 sia stato rifiutato l'imbarco sui voli per l'Italia perché privi di PCR / test antigene negativo, effettuato al massimo 48 ore prima del volo. Si è diffusa l'idea che l'Italia applichi eccezioni a questa regola per tutte le vaccinazioni COVID-19, il che NON è vero.

In questo momento, secondo le regole stabilite dal Ministero della Salute italiano, non sono previste eccezioni per i vaccinati con COVID-19. Il 14 maggio 2021, il Ministero della Salute italiano ha emesso un'ordinanza che si applicherà tra il 16 maggio 2021 e il 30 luglio 2021. 

I vaccini del COVID-19 non sono esentati dalla regola di ingresso in Italia

Secondo l'atto normativo, le persone che erano o sono transitate nel territorio rumeno (essendo la Romania inclusa insieme ad altri Stati nell'elenco C dell'allegato 20 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 2 marzo 2021) hanno l'obbligo di presentare al vettore all'imbarco o qualsiasi persona incaricata di effettuare i controlli il risultato negativo di un test molecolare (tipo PCR) o la cattura dell'antigene per la rilevazione dell'infezione da virus SARS-CoV-2, eseguito con un massimo 48 ore prima di entrare nel territorio italiano.  

A partire dal 16 maggio 2021, le seguenti categorie di persone sono esentate dall'obbligo di presentare il risultato negativo di un test molecolare (tipo PCR) o della cattura dell'antigene per la rilevazione dell'infezione da virus SARS-CoV-2:

  • mezzi di trasporto equipaggi;
  • personale di navigazione;
  • persone che si spostano da e verso gli Stati e Territori elencati nell'Elenco A (Repubblica di San Marino, Vaticano) dell'Allegato 20 al Decreto Presidente del Consiglio dei Ministri del 2 marzo 2021;
  • persone che entrano in Italia per un soggiorno di breve durata (fino a 120 ore complessive) per motivi di lavoro, di salute o di assoluta urgenza, con l'obbligo di lasciare il territorio nazionale alla scadenza del termine o, in mancanza, di presentare autoisolamento e misure di sorveglianza sanitaria;
  • persone che entrano in Italia per transito per un massimo di 36 ore con mezzi di trasporto privati, con l'obbligo di lasciare il territorio nazionale al termine del periodo o, in mancanza, di sottoporsi a misure di autoisolamento e sorveglianza sanitaria;
  • i lavoratori frontalieri che entrano ed escono dall'Italia per andare a lavorare e tornare al proprio domicilio o residenza;
  • personale di aziende con sede o distaccati in Italia che rientrano in Italia dopo viaggi di lavoro all'estero, per un periodo massimo di 120 ore (5 giorni);
  • funzionari e agenti, come si chiamano, all'interno dell'Unione Europea o di organizzazioni internazionali, agenti diplomatici, personale tecnico-amministrativo di rappresentanze diplomatiche, ufficiali e impiegati consolari, militari e forze di polizia italiani o esteri, vigili del fuoco in carica;
  • alunni e studenti che frequentano corsi in uno Stato diverso da quello in cui hanno il domicilio, residenza o residenza e in cui rientrano giornalmente o almeno una volta alla settimana.

ATTENZIONE! Per le categorie di persone non comprese tra le eccezioni sopra elencate, è obbligatorio presentare il risultato negativo di un test molecolare (tipo PCR) o della cattura dell'antigene per la rilevazione dell'infezione da virus SARS-CoV-2, eseguito entro e non oltre 48 ore prima dell'ingresso sul territorio italiano. Come si può vedere, nulla viene detto su quelli vaccinati con COVID-19.

I bambini fino a 2 anni sono esenti dalla regola

All'ingresso nel territorio della Repubblica Italiana, i bambini fino a 2 anni di età sono esonerati dall'obbligo di presentare un certificato attestante l'esecuzione di un test diagnostico molecolare di tipo tampone o di cattura dell'antigene con esito negativo per infezione da virus della SARS. CoV-2.

Chiunque arrivi nella Repubblica Italiana è tenuto a compilare un modulo digitale di localizzazione dei passeggeri e dimostrarlo al vettore oa qualsiasi persona incaricata di effettuare i controlli. Il presente modulo digitale sostituisce la compilazione della dichiarazione sotto la propria responsabilità, precedentemente richiesta per l'ingresso nel territorio italiano. Resta comunque disponibile la possibilità di compilare la dichiarazione sotto la propria responsabilità in caso di impedimenti tecnologici.

Ti consigliamo di ottenere informazioni da fonti affidabili, siti Web ufficiali delle autorità, siti nel paese di destinazione, contattare le autorità in caso di ambiguità. Informati correttamente e costantemente perché alcune regole di viaggio possono cambiare di giorno in giorno. Controlla le informazioni da diverse fonti, preferibilmente siti ufficiali, come mae.ro. Se hai intenzione di viaggiare IN Romania, controlla i siti stirioficiel.ro, cnscbt.ro e tutto ciò che riguarda l'area ufficiale e di fiducia. Altrimenti rischi di restare a terra.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.