La Bulgaria ha cambiato le condizioni per entrare nel paese! La Romania è speciale!

0 1.604

Dal 1° luglio la Bulgaria ha modificato le sue condizioni di ingresso. Il Ministero degli Affari Esteri afferma che le autorità bulgare hanno rivisto le condizioni per l'ingresso nella Repubblica di Bulgaria nel contesto della pandemia di COVID-19. Le nuove misure si applicano fino al 31 luglio 2021.

Sul territorio della Repubblica di Bulgaria è applicato il sistema di classificazione dei paesi di origine su più aree (verde, arancione, rosso). È determinato dal grado di diffusione di COVID-19 in questi stati. 

Inoltre, è stata istituita una categoria/area speciale, nella quale è stata inclusa anche la Romania. È la categoria che comprende tutti i paesi con i quali la Bulgaria ha un accordo di libero scambio reciproco. In questa categoria, sulla lana Romania, c'è anche la Repubblica Ceca.

Pertanto, le persone che viaggiano dalla Romania possono entrare nella Repubblica di Bulgaria senza essere tenuti a presentare documenti diversi dai documenti di viaggio (Carta d'identità o passaporto). 

Cittadini rumeni, in viaggio da stati nell'area verde o arancione, possono entrare nel territorio della Bulgaria previa presentazione di uno dei seguenti documenti:

1. Un certificato digitale UE valido attestante la vaccinazione o un documento simile. Un documento che attesta il completamento del programma di vaccinazione contro il COVID-19. Il programma di vaccinazione è considerato effettuato effettuando il numero appropriato di dosi di vaccino contro COVID-19, in conformità con l'allegato 3 all'Ordine del Ministro della Salute della Bulgaria (https://www.mh.government.bg/media/filer_public/2021/06/30/zapoved_r4PjG8n.pdf) e un periodo di 14 giorni dalla data dell'ultima dose. Viene considerato il programma di vaccinazione completato che includa la somministrazione combinata di una dose di vaccino Vaxzevria/Astra Zeneca e una dose di vaccino Pfizer-BioNTech.

2. Un certificato digitale UE valido attestante la guarigione (per le persone che sono state infettate dal virus SARS-CoV-2 e sono state curate) o un documento simile - un documento che attesti un test PCR positivo o un test rapido dell'antigene per COVID-19 (https://www.mh.government.bg/media/filer_public/2021/06/30/zapoved_r4PjG8n.pdf), eseguita con un massimo di 180 giorni e un minimo di 11 giorni prima, secondo la data della prova inserita nel documento.

3. Un certificato digitale UE valido attestante il test o documento simile - un documento attestante l'esito negativo di un test PCR, eseguito non più di 72 ore prima dell'arrivo o di un test rapido dell'antigene per COVID-19 tra quelli elencati nell'allegato 2 dell'ordinanza del Ministero della Salute bulgaro (https://www.mh.government.bg/media/filer_public/2021/06/30/zapoved_r4PjG8n.pdf), eseguita con un massimo di 48 ore prima dell'arrivo, considerata dalla data della prova, registrata nel rispettivo documento.

Le categorie esentate dal provvedimento obbligatorio di presentazione di uno dei suddetti documenti sono le seguenti:

  • autisti e assistenti di volo che effettuano il trasporto internazionale di passeggeri;
  • conducenti di autocarri che effettuano o completano il trasporto internazionale di merci all'ingresso nel territorio della Bulgaria;
  • i membri degli equipaggi navali e le persone impegnate nella manutenzione delle navi che, entrando nel territorio della Bulgaria, svolgono le loro funzioni;
  • membri dell'equipaggio di aeromobili, in volo da e per aeroporti pubblici in Bulgaria e personale tecnico analogo;
  • lavoratori transfrontalieri (persone che vivono in Bulgaria e si recano giornalmente o almeno una volta alla settimana in uno Stato membro dell'Unione europea, Turchia, Serbia o Repubblica di Macedonia del Nord per esercitare un'attività lavorativa subordinata o autonoma, e le persone residenti in tali Stati e si recano giornalmente o almeno una volta alla settimana in Bulgaria allo scopo di svolgere la propria attività di lavoratore dipendente o autonomo;
  • alunni e studenti che vivono in Grecia, Turchia, Serbia, Repubblica di Macedonia settentrionale e Romania e che viaggiano giornalmente o almeno una volta alla settimana in Bulgaria per scopi educativi, nonché alunni e studenti che vivono in Bulgaria e viaggiano quotidianamente o almeno una volta al settimana in Grecia, Turchia, Serbia, Macedonia del Nord e Romania a scopo didattico;
  • persone in transito nel territorio della Repubblica di Bulgaria, nei casi in cui può essere garantita l'immediata partenza dal territorio della Repubblica di Bulgaria;
  • bambini fino a 12 anni;
  • persone che arrivano dalla Repubblica Ceca.

Restrizioni all'accesso al territorio della Repubblica di Bulgaria / situazione ai valichi di frontiera all'ingresso nella Repubblica di Bulgaria:

I cittadini rumeni che intendono recarsi nella Repubblica di Bulgaria da paesi diversi dalla Romania, e che NON rientrano nelle deroghe alla misura obbligatoria della presentazione di uno dei documenti sopra menzionati, possono entrare nel territorio della Repubblica di Bulgaria solo attraverso il seguenti valichi di frontiera:

  1. dalla Repubblica Ellenica: Kulata Makaza, Kapitan Petko Voyvoda e Ilinden - l'ultimo punto è aperto solo ai camion (vedi anche le restrizioni sotto);
  2. dalla Repubblica di Serbia: Vrashka Chuka, Kalotina e Oltomantsi;
  3. dalla Repubblica della Macedonia del Nord: Gyueshevo, Zlatarevo e Stanke Lisichkovo;
  4. dalla Repubblica di Turchia: Kapitan Andreevo, Lesovo e Malko Târnovo;
  5. Aeroporto di Burgas; Aeroporto di Varna; Aeroporto di Plovdiv; Aeroporto di Sofia (Terminal 1 e Terminal 2); Porto di Burgas; Il porto di Varna.

Ulteriori informazioni sulle nuove misure e gli elenchi dei paesi correlati sono disponibili in il documento rilasciato dal Ministero della Salute della Repubblica di Bulgaria.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.