La Danimarca apre le frontiere ai viaggiatori vaccinati provenienti da Regno Unito, Stati Uniti e altri 11 paesi terzi

0 135

La Danimarca ha annunciato che, dal 4 giugno, i cittadini britannici e americani completamente vaccinati potranno entrare nel Paese senza essere soggetti a test e requisiti di quarantena. Ad eccezione del Regno Unito e degli Stati Uniti, anche i viaggiatori vaccinati provenienti da altri 11 paesi terzi che fanno parte dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) potranno entrare in Danimarca.

Ciò significa che tutti coloro che arrivano da uno dei paesi di recente ammissione dovranno presentare un certificato di vaccinazione - con uno dei vaccini approvati dall'Agenzia europea per i medicinali (EMA) - attestante che sono trascorsi almeno 14 giorni dalla seconda dose.

Poiché gli arrivi da questi paesi saranno ora equiparati agli arrivi da altri paesi terzi inseriti nella lista gialla della Danimarca, i viaggiatori saranno esentati dai requisiti di test e autoisolamento. Nello specifico, non saranno tenuti a fornire un test negativo per COVID-19 prima o dopo l'arrivo. Le regole non si applicano a coloro che vogliono viaggiare da un paese della lista rossa.

La Danimarca apre le frontiere ai viaggiatori vaccinati provenienti da Regno Unito, Stati Uniti e altri 11 paesi terzi.

Paesi non UE e Schengen che sono membri dell'OCSE, Australia, Canada, Cile, Colombia, Costa Rica, Giappone, Corea del Sud, Messico, Nuova Zelanda e Turchia, potranno beneficiare di tali restrizioni allentate a condizione che non registrino tassi di infezione più elevati, il che li metterebbe automaticamente nella lista rossa. I cittadini di Israele possono anche entrare in Danimarca senza restrizioni.

Se uno dei paesi è nella lista rossa, i viaggiatori vaccinati provenienti da quei paesi potranno entrare in Danimarca solo per scopi essenziali. Ad eccezione dei paesi terzi citati, nell'aggiornamento di questa settimana, le autorità danesi hanno spostato diversi paesi e regioni dell'UE dalla lista arancione alla lista gialla: Austria, Germania, Italia, Slovacchia e Ruanda. Le regioni che sono state spostate dall'elenco arancione a quello giallo includono Jadranska Hrvatska in Croazia, Peloponneso in Grecia e Zugo e Ticino in Svizzera.

Il Ministero degli Affari Esteri raccomanda di evitare viaggi non necessari in paesi che mantengono rigide restrizioni all'ingresso all'arrivo in Danimarca, tra cui Repubblica Ceca e Ungheria.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.