La Germania potrebbe eliminare le restrizioni COVID entro la fine di marzo

0 413

La Germania potrebbe revocare le restrizioni su COVID-19 entro la fine di marzo, seguendo l'esempio dei paesi europei che lo hanno già fatto. La questione sarà presto sottoposta al parlamento tedesco, scrive Westdeutsche Zeitung.

Alla fine del 2021 sono entrate in vigore in Germania le modifiche alla legge sulla protezione epidemiologica (Infektionsschutzgesetz, IfSG), secondo cui le autorità degli stati federali sono abilitate ad adottare misure per combattere la pandemia in modo indipendente.

Anche il suo collega, portavoce del gruppo parlamentare SPD, Johannes Fechner, ha dichiarato: "Nelle prossime settimane valuteremo se sia necessario estendere le misure di protezione contro il coronavirus dopo il 19 marzo".

Naturalmente, non tutti i politici tedeschi supportano l'idea di una revoca anticipata di tutte le misure anti-VOCID e i medici hanno avvertito della minaccia di un aumento del numero di infezioni in caso di un frettoloso allentamento delle restrizioni.

Tuttavia, mentre la curva di incidenza in Germania è ancora in aumento, il numero di pazienti nelle unità di terapia intensiva continua a diminuire. Se a inizio dicembre 2021 i pazienti in terapia intensiva erano circa cinquemila, ora sono circa 2500 le persone in terapia intensiva. Allo stesso tempo, il 74,2% della popolazione del paese è completamente vaccinato e il 53,6% della popolazione ha già ricevuto una dose di richiamo del vaccino.

Dato che i paesi europei hanno gradualmente iniziato ad allentare le loro norme interne anti-VOCID e alcuni stanno aprendo le frontiere ai viaggiatori di paesi terzi, è chiaro che la tendenza alla ripresa del turismo sta gradualmente iniziando.

Secondo uno studio del gruppo alberghiero Accor, oltre il 76% dei tedeschi intervistati pianifica un viaggio quest'anno e desidera aumentare il budget per le vacanze in media del 30% rispetto al 2019. Pertanto, una volta che le autorità tedesche consentiranno ai cittadini di viaggiare liberamente , possono "invadere" le località della Turchia e dell'Egitto, oltre che della Grecia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.