La Germania vieterà i viaggi dal Portogallo e dalla Russia a causa del nuovo ceppo "Delta" del Deltaavirus

0 328

Dal 29 giugno la Germania vieterà i viaggi dal Portogallo e dalla Russia, a causa del gran numero di casi registrati con la nuova variante "delta", che sono stati rilevati in entrambi i Paesi.

Il tedesco Robert Koch Institute, un'agenzia del governo federale tedesco e un istituto di ricerca responsabile del controllo e della prevenzione delle malattie, ha presentato venerdì 25 giugno il nuovo elenco di paesi con la nuova variante COVID-19, tra cui Russia e Portogallo in tale elenco.

A parte i cittadini e i residenti tedeschi, tutte le altre persone non potranno viaggiare dal Portogallo e dalla Russia verso la Germania.

I cittadini e i residenti tedeschi che arriveranno in Germania dal 29 giugno saranno soggetti a una settimana di quarantena, indipendentemente dal fatto che siano stati vaccinati contro il virus o siano risultati negativi. L'opzione per terminare la quarantena prima con un test negativo non è disponibile per questi viaggiatori. Secondo il Robert Koch Institute, la variante Delta dovrebbe diventare la varietà dominante in Germania entro l'autunno.

La Germania attualmente vieta i viaggi dai seguenti paesi, considerati ad alto rischio epidemiologico a causa del COVID-19: Botswana; Brasile; eSwatini; India; Lesoto; Malawi; Mozambico; Namibia; Nepal; Portogallo; La Federazione Russa; Zambia; Zimbabwe; Sud Africa; Uruguay; Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord e tutti i territori britannici d'oltremare.

Diversi altri paesi sono stati rimossi dall'elenco delle aree a rischio, tra cui Danimarca, Lettonia, Lussemburgo, Slovenia e Paesi Bassi. La regione croata di Varaždin non è più considerata un'area a rischio, come tutta la Svezia, ad eccezione delle province di Kronoberg, Norrbotten e Värmland.

Dal 25 giugno 2021, la Germania ha consentito ai viaggiatori vaccinati provenienti da paesi terzi di viaggiare per scopi non essenziali, come turismo e visitare amici e familiari, se sono trascorse due settimane dalla vaccinazione completa.

In precedenza, il 20 giugno, i viaggiatori provenienti da Stati Uniti, Taiwan, Hong Kong, Macao, Albania, Serbia, Macedonia settentrionale e Libano potevano entrare in Germania, indipendentemente dal loro stato di vaccinazione, dopo che il governo aveva deciso di includere questi paesi nell'elenco. di paesi terzi considerati sicuri, su raccomandazione del Consiglio UE.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.