Il Regno Unito ha vaccinato più della metà della popolazione con la prima dose di vaccino covid

0 244

Aereo in ritardo? Il volo è stato cancellato? >>Richiedi un risarcimento ora<< per il volo
ritardato o annullato! Puoi ottenere fino a 600€!

Secondo i dati del NHS, l'Inghilterra è riuscita a somministrare la prima dose di vaccino a 23 persone entro il 28.102.852 aprile, con 24 persone vaccinate nelle ultime 107.656 ore. Ciò porta il numero totale di persone vaccinate nel Regno Unito a 33.496.293 persone, un numero che aumenterà a seguito delle campagne di vaccinazione in Galles, Scozia e Irlanda del Nord.

Secondo una stima di 66.796.807 persone che vivono nel Regno Unito, il numero di persone vaccinate significa che più della metà della popolazione è stabile nei paesi che compongono il Regno Unito.

Il segretario alla sanità Matt Hancock si è detto assolutamente entusiasta dell'esecuzione della campagna di vaccinazione, soprattutto perché più del 95% di coloro che superano il 50% sono già immunizzati.

In meno di 5 mesi, il personale in prima linea dell'NHS è riuscito a fornire più di 33 milioni di dosi al primo ciclo di vaccinazione, più oltre 11 milioni di dosi di richiamo.

Il lancio della campagna di vaccinazione e l'inoculazione di quante più persone possibile hanno portato a una riduzione del numero di nuovi casi di COVID-19 e di decessi nel Regno Unito. Solo una dose di vaccino Pfizer / BioNTech o Oxford / AstraZeneca sembra essere efficace nel fornire un livello significativo di protezione contro l'infezione sintomatica.

A proposito, al confine tra il 2020 e il 2021, il Regno Unito è stato isolato dall'Europa e da molti altri stati a causa di un numero molto elevato di infetti e di un nuovo ceppo rilevato. Ecco che attualmente, secondo l'indice di contagio, il Regno Unito è al 116 ° posto, ben al di sotto della Romania, che all'ultimo aggiornamento è sceso alla 60 ° posizione: questo è l'effetto del programma di vaccinazione. Lo stesso è accaduto nel caso del Portogallo o di Israele.

Gli specialisti del Regno Unito hanno annunciato che una dose di vaccino, qualunque essa sia, può contribuire a una riduzione dei 2/3 dei casi di coronavirus ed è efficace al 74% contro l'infezione sintomatica. Dopo due dosi di Pfizer, tutti i casi sono diminuiti del 70% e i casi sintomatici, che hanno maggiori probabilità di trasmettere il virus, sono diminuiti del 90%.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.