Elenchi aggiornati della Repubblica Ceca: Portogallo, Cipro e Isole Baleari nella lista rossa

0 1.381

Dal 12 luglio, Portogallo, Cipro e le Isole Baleari spagnole saranno inserite nella lista rossa della Repubblica Ceca a causa della situazione epidemiologica sul loro territorio, hanno annunciato le autorità. Il ministero della Salute ceco ha inoltre ribadito che dal 1° luglio le stesse regole si applicano ai viaggiatori che decidono di viaggiare dai paesi delle liste rossa e rosso scuro.

Le persone che ritornano da questi paesi devono compilare un modulo di arrivo prima di arrivare nel paese ed eseguire un test antigenico o PCR. All'arrivo nel territorio ceco, è necessario autoisolarsi ed eseguire una seconda PCR o test dell'antigene, non prima del 5° giorno di arrivo, ma non oltre il 14° giorno.

"Nel caso di un viaggio in Repubblica Ceca via terra, con la propria auto, non è necessario fare un test prima dell'inizio del viaggio, ma è obbligatorio fare un test PCR non prima del 5° giorno e entro e non oltre il giorno 14 dopo l'ingresso nel territorio della Repubblica ceca. È necessario l'autoisolamento fino a quando non si saprà il risultato", si evince dal comunicato diffuso dal ministero.

La Repubblica Ceca aggiorna le liste: Portogallo, Cipro e Isole Baleari sono entrate nella lista rossa.

Sulla base dei dati disponibili dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), l'elenco aggiornato include anche i paesi appena inseriti nella lista rossa, come Bosnia-Erzegovina, Montenegro, Canada, Kosovo e Lettonia.

Paesi a basso rischio o Paesi attivi lista verde includono Belgio, Bulgaria, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Islanda, Italia, Liechtenstein, Lituania, Ungheria, Malta, Germania, Norvegia, Polonia, Austria, San Marino, Romania, Grecia, Slovacchia, Slovenia, Svezia, Svizzera, lo Stato della Città del Vaticano e la regione portoghese di Madeira.

Paesi terzi nella lista verde sono Australia, Hong Kong, Israele, Giappone, Corea, Canada, Libano, Macao, Nuova Zelanda, Singapore, USA, Thailandia, Albania, Serbia, Macedonia del Nord e Taiwan. D'altra parte, i paesi che sono stati sulla lista arancione e sono stati recentemente aggiunti alla lista verde sono Andorra, Irlanda, Lussemburgo, Monaco, Paesi Bassi e Azzorre.

I passeggeri che arrivano nelle categorie verde e arancione sono tenuti a compilare un modulo di arrivo e fornire il risultato negativo di una PCR o di un test antigenico, che non deve essere eseguito più di cinque giorni prima dell'arrivo in Repubblica Ceca. I viaggiatori completamente vaccinati che arrivano nel paese 14 giorni dopo il richiamo, così come quelli che si sono ripresi dalla malattia, non hanno requisiti di quarantena e test, a condizione che presentino il certificato all'arrivo.

L'istituzione scoraggia i viaggi nei paesi in cui lista nera a causa di un rischio estremamente elevato di infezione da mutazioni del Coronavirus. Questa categoria comprende Botswana, Brasile, India, Sud Africa, Colombia, Lesotho, Malawi, Mozambico, Namibia, Nepal, Paraguay, Perù, Russia, Swaziland/Eswatini, Tanzania (compresi Zanzibar e Pemba), Tunisia, Zambia e Zimbabwe.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.