La Russia vuole una propria stazione spaziale entro il 2025

0 67

La Russia ha annunciato piani per costruire la propria stazione spaziale entro il 2025. "Il primo modulo di base per la nuova stazione orbitale è già in costruzione", ha detto Dmitry Rogozin, capo dell'Agenzia spaziale russa Roscosmos. Secondo lui, questa stazione spaziale russa potrebbe essere messa in orbita nel 2025.

Pertanto, questo annuncio conferma il piano del governo russo di acquisire una propria stazione spaziale. Il vice primo ministro Dmitry Borissov ha suggerito che il suo paese potrebbe abbandonare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Mosca ritiene che la ISS sia in fase di "invecchiamento", affermando che teme una valanga di guasti, secondo il direttore di volo del segmento russo della stazione internazionale. Da parte sua, Borissov ha persino menzionato un "disastro" che sarebbe seguito. "Non possiamo mettere in pericolo le vite dei cosmonauti", Egli ha detto.

Anche la cooperazione spaziale tra Russia e Stati Uniti si sta deteriorando a causa delle tensioni internazionali.

Il funzionamento della ISS è una delle ultime aree di cooperazione tra Russia e Stati Uniti, che ha vissuto un periodo di accresciute tensioni dal 2014. La Russia ha annunciato una serie di progetti ambiziosi nello spazio negli ultimi anni. Anche la cooperazione spaziale con gli Stati Uniti si sta deteriorando a causa delle tensioni internazionali. La Russia ha abbandonato un progetto sulla luna con la NASA per provare a sviluppare un altro progetto con la Cina.

Infatti, Mosca e Pechino hanno annunciato a marzo che progettano di costruire insieme una stazione "in superficie o in orbita" della luna. Le due parti assicurano che il loro progetto, il cui calendario non è stato ancora specificato, sarà aperto a "tutti i paesi interessati e partner internazionali".

Gli Stati Uniti hanno recentemente notato nel settore spaziale, insieme a l'atterraggio su Marte del robot della NASA, il rover Perseverance, il 20 marzo. Anche il piccolo elicottero Ingenuity Mars è stato inviato sul Pianeta Rosso insieme al rover Perseverance dove ha effettuato il suo primo volo motorizzato su un altro pianeta. Il suo volo voleva dimostrare la possibilità di volare nella rara atmosfera del pianeta.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.