La pandemia di COVID ha generato centinaia di migliaia di tonnellate di rifiuti sanitari!

0 177

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha avvertito che migliaia di tonnellate di rifiuti generati dalla pandemia di COVID-19 rappresentano una minaccia per la salute umana e l'ambiente. Secondo il rapporto dell'OMS, decine di migliaia di tonnellate di rifiuti sanitari aggiuntivi hanno gravato sui sistemi di gestione dei rifiuti sanitari. Anche se la pandemia finirà presto, i suoi effetti rimarranno a lungo termine, anche quando si tratta di rifiuti sanitari.

Rifiuti aggiuntivi"minaccia la salute umana e l'ambiente e indica l'urgenza di migliorare la gestione dei rifiutiLo ha affermato l'Agenzia per la salute delle Nazioni Unite.

Il rapporto esamina 1,5 miliardi di unità (circa 87.000 tonnellate) di dispositivi di protezione individuale acquistati tra marzo 2020 e novembre 2021 e spediti in vari paesi attraverso il sistema delle Nazioni Unite, che rappresenta una piccola parte dei rifiuti sanitari totali del mondo.

Inoltre, sono stati consegnati oltre 140 milioni di kit di test, che potrebbero generare 2.600 tonnellate di rifiuti non infettivi, principalmente plastica, e 731.000 litri di rifiuti chimici. Il rapporto afferma che circa il 97% dei rifiuti di plastica viene incenerito dopo i test. E le prime 8 miliardi di dosi di vaccino nel mondo hanno generato 144.000 tonnellate di rifiuti aggiuntivi, come siringhe, aghi e scatole protettive.

Il rapporto afferma che, in termini di volume, i guanti rappresentano la quota maggiore dei rifiuti di dispositivi di protezione individuale di tutti gli articoli acquistati e distribuiti dalle Nazioni Unite.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.