Nuove regole nella pandemia: la mascherina diventa obbligatoria per strada; le esenzioni riguarderanno solo i vaccinati e gli ammalati; le scuole restano aperte fino a quando non si manifestano casi di COVID-19!

0 1.331

Durante il 30 settembre 2021, il CNSU ha adottato una decisione del governo che introduce nuove regole applicate nelle pandemie, in particolare nelle aree in cui l'indice epidemiologico supera il 6/1000. La mascherina diventerà obbligatoria anche negli spazi aperti, anche in strada, e l'accesso alle varie attività sarà effettuato solo al 50% della capienza. Potranno partecipare solo coloro che sono stati vaccinati o che hanno avuto il COVID ed sono stati guariti. I negozi avranno orari prolungati fino alle 22:00, anziché alle 18:00, dove sarà richiesta una quarantena notturna. Le scuole restano aperte anche dopo l'incidenza del 6/1000.

Le località con oltre il 6 per mille sono messe in quarantena nei fine settimana. Il traffico tra le 20:00 e le 05:00 sarà effettuato solo con una dichiarazione sotto la propria responsabilità. Solo coloro che hanno un programma di vaccinazione completo e coloro che hanno attraversato la malattia sono esenti da questa misura. Nelle località con un tasso di contagio superiore al 7,5 per mille, la misura è valida per tutti i giorni della settimana.

L'accesso a ristoranti, spettacoli, sale fitness, piscine, parchi giochi avviene solo al 50% della capacità. Possono entrare solo coloro che sono stati vaccinati o hanno superato la malattia negli ultimi 6 mesi. I test COVID non consentono più l'accesso dei clienti.

Gli eventi privati ​​- matrimoni, battesimi, cene festive - possono essere organizzati tra le 5,00 e le 24,00, con la partecipazione di persone fino al 50% della capienza massima dello spazio, ma non più di 200 persone. Tutti i partecipanti devono essere vaccinati per intero o attraverso la malattia.

Decisione del governo n. 76 del 30 settembre 2021

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.