Paesi dell'UE meno sicuri per viaggiare, secondo l'ECDC

0 527

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) ha pubblicato nuove mappe settimanali che riflettono la situazione pandemica nei paesi dell'UE, in Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera. Pertanto, su questa base, gli Stati membri sono invitati a imporre/rimuovere le restrizioni all'ingresso. inclusivo La Romania aggiorna le liste (rosso, giallo, verde) secondo l'indice riportato dall'ECDC.

A causa di un numero crescente di casi di COVID-19 in Europa, le nuove mappe suggeriscono che dovrebbero essere imposte maggiori restrizioni di viaggio tra gli Stati membri, poiché più paesi sono passati al semaforo rosso.

Secondo queste mappe, tre regioni della Francia - Bretagne, Hauts-de-France e Bourgogne-Franche-Comte - sono migrate dal giallo al rosso. Negli ultimi giorni, la Francia ha segnalato sempre più nuovi casi di COVID-19 segnalati in 24 ore.

Anche in Svezia la situazione pandemica sta diventando rossa, con le regioni di Lapponia, Norrbotten e Västerbotten colpite da una nuova ondata di contagi. Anche la regione lituana di Vilnius è passata dal giallo al rosso. Anche in Norvegia la situazione è peggiorata, poiché le regioni di Viken e Nordland sono passate dal verde al giallo.

In Italia ci sono diverse regioni rosse, mentre alcune parti dei Paesi Bassi sono passate dal rosso al giallo.

E in Spagna la situazione non è affatto verde. Al contrario, è per lo più rosso. L'unica regione che ha cambiato colore in Spagna rispetto alla scorsa settimana è Murcia, che è passata dal rosso scuro al rosso.

I dati pubblicati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità mostrano che nelle ultime 24 ore alcuni dei paesi sopra menzionati hanno segnalato il seguente numero di nuovi casi di COVID-19:

  • Francia - 24.236
  • Grecia - 4.614
  • Italia - 5.624
  • Spagna - 8.001
  • Svezia - 1.461

Sfortunatamente, dovremo prepararci per una nuova infezione da coronavirus. Molto probabilmente, le vaccinazioni avranno una certa protezione contro i nuovi ceppi di coronavirus, ma non l'immunità al 100%. Quindi segui le misure raccomandate o imposte dalle autorità e rimani in salute.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.