Base Ryanair / Laudamotion a Berlino Tegel, da giugno 2018

In marzo 28 2018, RYANAIR e Laudamotion hanno annunciato il piano operativo per la stagione estiva 2018. Opererà con aeromobili 21 dalle città 9 in Austria e Germania. A partire da 1 June 2018, Ryanair / Laudamotion aprirà la sua base Tegel di Berlino.

0 425

Nel corso del trimestre da 2018 ha apportato importanti cambiamenti nel mercato aeronautico in Europa. Una mossa molto interessante è stata fatta da RYANAIR, annunciando intenzione di acquistare la quota di maggioranza di Laudamotion, una società lanciata nel febbraio 2018 e di proprietà di Niki Lauda.

Secondo il piano operativo annunciato, Laudamotion ha operato il primo volo su 25 a marzo 2018. Dopo l'apertura di nuove basi in Germania e Austria in estate. A partire dal 1 giugno 2018, Ryanair / Laudamotion aprirà la sua base di Berlino Tegel.

Da Berlino Tegel, Laudamotion / Ryanair offrirà rotte 17. I voli utilizzeranno il segno di volo OE di Laudamotion e saranno onorati con l'aeromobile Boeing 737-800 di Ryanair. Inizialmente è stata annunciata l'intenzione di aumentare la flotta Laudamotion presso 21 di aeromobili Airbus della famiglia A320.

Tratte Laudamotion / Ryanair da Berlino Tegel

Berlin Tegel - Barcelona Girona - dal 1 giugno 2018
Berlin Tegel - Brindisi - dal 5 giugno 2018
Berlino Tegel - Corfù - dal 2 giugno 2018
Berlin Tegel - Lighthouse - dal 1 giugno 2018
Berlin Tegel - Fuerteventura - dal 2 giugno 2018
Berlin Tegel - Gran Canaria - dal 2 giugno 2018
Berlin Tegel - Ibiza - dal 2 giugno 2018
Berlin Tegel - Heraklion - dal 1 giugno 2018
Berlin Tegel - Kos - dal 2 giugno 2018
Berlin Tegel - Lanzarote - dal 1 giugno 2018
Berlin Tegel - Malaga - dal 1 giugno 2018
Berlino Tegel - Milano Malpensa - dal 1 giugno 2018
Berlin Tegel - Palma Mallorca - dal 1 giugno 2018
Berlin Tegel - Pula - dal 1 giugno 2018
Berlino Tegel - Rodi - dal 7 giugno 2018
Berlin Tegel - Rijeka - dal 2 giugno 2018
Berlino Tegel - Tenerife Sud - dal 3 giugno 2018

Come puoi vedere, RYANAIR ha trovato un gateway per entrare in modo più aggressivo nei mercati tedesco e austriaco. E Niki Lauda era consapevole che sarebbe stato molto difficile lanciarlo LaudaMotion senza un supporto diffuso.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.