Toronto, la prima destinazione verso la quale volerà il Boeing 787-9 Lufthansa

0 139

Lufthansa ha annunciato la destinazione dove opererà per la prima volta il Boeing 787 Dreamliner. Pertanto, l'aeroporto internazionale Lester B. Pearson di Toronto, in Canada, sarà la prima destinazione fuori dalla Germania ad accogliere il nuovo membro della flotta della compagnia tedesca.

La storia del Boeing 787 a Lufthansa è iniziata nel marzo 2019, quando il consiglio di sorveglianza del Gruppo Lufthansa ha approvato l'acquisto di 20 nuovi aeromobili 787-9, insieme ad altri 20 Airbus A350-900, con consegne previste entro la fine del 2022. e 2027. L'obiettivo è sostituire gli aerei a lungo raggio, poiché questa nuova generazione di velivoli bimotore è estremamente economica.

I 20 Dreamliner ordinati, oltre ad altre 20 opzioni di acquisto, sono destinati a diverse società del Gruppo Lufthansa. Tuttavia, almeno alcune unità sono già state confermate dal Gruppo come facenti - nello specifico - parte della flotta Lufthansa.

L'aeroporto internazionale Lester B. Pearson di Toronto sarà la prima destinazione al di fuori della Germania ad ospitare il Boeing 787-9 Dreamliner di Lufthansa.

Nel maggio di quest'anno, approfittando dei bassi prezzi di mercato per l'acquisto e la vendita di aerei commerciali, la compagnia tedesca ha riferito che acquistato altri cinque Boeing 787-9 Dreamliner che non sono mai state utilizzate, anche se già prodotte da tempo e - a causa della crisi aerea - non sono state utilizzate. Il gruppo ha anche ordinato cinque Airbus A350-900.

Infine, sempre nell'ultimo mese, il Gruppo Lufthansa, attraverso il suo centro di addestramento Lufthansa Aviation Training (LAT), ha annunciato di essere diventato il cliente di lancio del dispositivo di addestramento al volo di ultima generazione di Boeing (FTD - Flight Training Device) 787 di L3Harris Technologies . Insieme a un ordine aggiuntivo per un Boeing 787 Full Flight Simulator (FFS), fornirà la soluzione migliore della categoria alla struttura di addestramento dei piloti di Francoforte.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.