L'aeroporto di Hong Kong implementa robot di pulizia autonomi e cabine di disinfezione (Video)

0 781

La pandemia di coronavirus ha devastato l'intera industria aeronautica. Oltre alle compagnie aeree interessate, anche gli aeroporti hanno sofferto. Milioni di voli cancellati, migliaia di aerei arrestati a terra, centinaia di milioni di turisti colpiti. E gli aeroporti sono diventati parcheggi per gli aerei.



Nel tentativo collettivo di riprendere i voli su larga scala, gli aeroporti stanno testando ogni tipo di tecnologia per prevenire l'infezione con il nuovo coronavirus. Aeroporti e compagnie aeree stanno implementando nuove misure di sicurezza e salute.

L'aeroporto di Vienna può testare i passeggeri su entrambi i flussi su richiesta (partenze / arrivi). Il prezzo di un test COVID-19 è di 190 EURO / $ 209. Chi arriva a Vienna non deve rimanere isolato per 14 giorni se il risultato del test COVID-19 è NEGATIVO.

Ma l'aeroporto di Hong Kong ha attirato la nostra attenzione. L'autorità aeroportuale di Hong Kong (AA) applica le più recenti tecnologie di disinfezione e sanificazione. Compresi robot di pulizia autonomi e singole cabine di disinfezione.

Il robot intelligente può muoversi autonomamente. Ha uno sterilizzatore a luce ultravioletta e uno sterilizzatore ad aria. Opera nei bagni pubblici e nelle aree chiave dell'edificio del terminal. Il robot può eliminare fino al 99,99% dei batteri e dei virus presenti nella sua area. Anche l'aria e le superfici degli oggetti possono essere sterilizzate in soli 10 minuti.

L'aeroporto internazionale di Hong Kong (HKIA) è il primo al mondo ad avere una cabina "CLeanTech". In teoria, può disinfettare i vestiti e il corpo umano da virus e batteri. Il processo dura 40 secondi, durante i quali viene rilevata la temperatura.

Viviamo nell'era della velocità e siamo sempre circondati dalla tecnologia. Quindi usiamolo efficacemente nella lotta contro il nuovo coronavirus.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.