Air Mauritius dichiarò insolvenza ed entrò nell'amministrazione

0 555

Dopo aver fermato tutti i voli nazionali e internazionali a causa della crisi del coronavirus, Air Mauritius si trova ad affrontare gravi problemi economici e non è in grado di soddisfare i propri obblighi finanziari. Il 22 aprile, Air Mauritius ha dichiarato l'insolvenza ed è entrata in amministrazione volontaria.

Air Mauritius stava affrontando problemi finanziari poco prima che scoppiasse la pandemia di COVID-19. Ma la pandemia con il nuovo coronavirus ha peggiorato la situazione della compagnia aerea a Mauritius e ha portato a una "completa erosione della base di entrate".

Air Mauritius ha dichiarato insolvenza

Air Mauritius è in difficoltà dal 2018. Nell'anno fiscale 2018/2019, conclusosi il 31 marzo 2019, Air Mauritius ha registrato perdite per oltre 21 milioni di euro. Nei prossimi nove mesi, aprile - dicembre 2019, ha registrato perdite aggiuntive di 14 milioni di euro. Chiaramente, il modello di business praticato da Air Mauritius non ha dato i suoi frutti.

Nel tentativo di trasformare la compagnia aerea, il consiglio di amministrazione della compagnia ha stabilito un piano di risanamento che hanno iniziato ad attuare nel gennaio 2020. Ma sfortunatamente è arrivato COVID-19 e la situazione è peggiorata. In teoria, l'insolvenza non significa chiudere la società. Ma ci sono poche aziende che sono riuscite a riprendersi dall'insolvenza.

Air Mauritius ha una flotta di 13 aeromobili: 3 x ATR 72, 2 x Airbus A319, 4 x Airbus A330, 2 x A340 e 2 x A350XWB. Alla fine dell'ultimo anno finanziario, Air Mauritius ha volato verso 22 destinazioni in Africa, Asia, Australia ed Europa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.