Minaccia di bomba sul volo Air France AF865, N'Djamena - Parigi

0 448

La mattina del 3 giugno, un Boeing 787-9 Dreamliner (immatricolato F-HRBF) di Air France, che operava il volo AF865 tra N'Djamena, Ciad e Parigi, ha ricevuto una minaccia di bomba. L'aereo ha continuato il suo viaggio ed è atterrato a Parigi, in sicurezza.



Il volo AF865 della compagnia di bandiera francese è decollato il 3 giugno 2021, poco prima delle 10:00 del mattino, ora locale, dall'aeroporto di N'Djamena, in Ciad, per Parigi-CDG, dove è atterrato alle 16:01, ora locale. Dopo che i passeggeri sono scesi dall'aereo, l'aereo Boeing 787-9 Dreamliner - che aveva appena operato il volo - è stato accuratamente ispezionato, ma a bordo non è stato trovato alcun ordigno esplosivo.

Minaccia di bomba sul volo Air France AF865, N'Djamena - Parigi.

Non appena l'aereo dell'Air France è atterrato, è stata costituita un'unità interministeriale di crisi del governo francese, guidata dal ministro dell'Interno Gérald Darmanin, in assenza del primo ministro Jean Castex, che si trovava in Tunisia. È stata aperta un'indagine, con Gérald Darmanin che ha rapidamente confermato sui social media che si trattava di un falso allarme.

Minaccia-bomba-volo-Air-France-1

Secondo una fonte citato da Le Point, l'allerta è stata segnalata ai piloti durante il volo da un uomo che "Riuscito ad accedere alla radiofrequenza e trasmesso una minaccia di bomba". Una raffica di aeronautica francese ha scortato il velivolo Dreamliner, come avviene normalmente in tali situazioni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.