Analisi di AirlinesTravel sull'incidente di Roma con l'aereo ATR 72-500 Carpatair

Analisi di AirlinesTravel sull'incidente di Roma con l'aereo ATR 72-500 Carpatair

0 185

Per i passeggeri 46 e i membri dell'equipaggio 4, il fine settimana appena trascorso non è stato piacevole e probabilmente lo ricorderanno a lungo. l'aereo ATR 72-500 Carpatair, che ha operato il volo Alitalia AZ1670 Pisa-Roma, ha lasciato la pista dell'aeroporto di Fiumicino. Sei persone avevano bisogno di cure mediche, due avevano lesioni più gravi.

Seguendo le informazioni fornite dall'operatore Carpatair, quelle fornite dalla stampa italiana, ma anche dalle dichiarazioni fornite da testimoni e passeggeri, abbiamo delineato il momento dell'incidente. È uno scenario che abbiamo tratto da informazioni esistenti.

L'aereo ATR 72-500 Carpatair, che operava il volo Pisa-Roma sotto la livrea Alitalia, volò senza problemi a Roma e nulla annunciò il spiacevole momento da seguire.

Il vento ha martellato quasi tutto il giorno nella capitale italiana. L'aeroporto di Fiumicino è stato mantenuto operativo. Sembra che all'aeroporto ci sia stato il vento, un fenomeno molto pericoloso per gli aerei. Il vento può cambiare direzione e intensità da un secondo a quello successivo. Fino a una determinata velocità del vento, gli aeroplani possono atterrare e decollare senza problemi. Sembra che al momento dell'incidente il vento avesse una velocità di nodi 41, al di sopra del limite consentito dai nodi 35.

Windshear aircraf

In questo caso i piloti hanno preparato l'aereo per atterrare sulla pista 16L. Si sono verificati problemi dopo il primo tocco (primo tocco della traccia). Forse in quel momento, una forte raffica di vento sollevò l'aereo da terra e poi seguì un secondo touchdown più violento, che causò il guasto del carrello di atterraggio e l'aeromobile uscì dalla pista. I seguenti possono essere letti nell'articolo "Un aereo ATR 72 Carpatair è partito dalla pista dell'aeroporto di Fiumiciuno a Roma".

Ora le indagini sono in corso ed è possibile che avremo una risposta ufficiale nei prossimi giorni. Chi è il colpevole? Non vogliamo accusare o speculare. Non conosciamo la discussione tra la torre e i piloti, ma normalmente l'aereo non doveva atterrare in tali condizioni meteorologiche. O ha dovuto forzare il decollo dopo il primo tocco. Nella maggior parte dei casi, le decisioni finali vengono prese dal comandante dell'aeromobile.

C'erano aerei che si rifiutavano di atterrare su Fiumicino e volavano su altri aeroporti, altri sbarcavano senza problemi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.