I dipendenti di United Airlines che rifiutano di essere vaccinati per motivi religiosi saranno mandati in aspettativa non retribuita

0 322

I dipendenti di United Airlines a cui è stata concessa l'esenzione dalla vaccinazione contro il COVID-19 per motivi religiosi saranno mandati in aspettativa senza retribuzione a partire dal 2 ottobre 2021.



Nell'agosto 2021, United Airlines ha dichiarato che 67.000 dipendenti statunitensi sarebbero stati vaccinati contro il COVID-19 e avrebbero preso in considerazione esenzioni per motivi religiosi e medici, nonché per convinzioni personali. Tuttavia, a causa del recente aumento del numero di casi di COVID-19, United Airlines ha deciso di applicare la regola del congedo non retribuito fino al "Saranno messe in atto misure di sicurezza specifiche per i dipendenti non vaccinati".

I dipendenti che hanno ricevuto l'esenzione medica saranno inviati in congedo per malattia temporaneo.

"Dato il gran numero di persone che lavorano e viaggiano quotidianamente attraverso la compagnia aerea, dobbiamo fare tutto il possibile per garantire la loro sicurezza. Come ho detto quando abbiamo deciso di introdurre la politica di vaccinazione, il mondo è più sicuro quando tutti sono vaccinati”.

La regola si applica a tutti i dipendenti che hanno ricevuto un'esenzione, indipendentemente dal loro ruolo in azienda. Coloro a cui è stata negata la domanda di esenzione hanno tempo fino al 27 settembre 2021 per ricevere la prima dose di vaccino. In caso di mancata ricezione della prima dose del vaccino entro tale data (o 5 settimane dalla data di rifiuto dell'esenzione), il dipendente verrà licenziato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.