Blue Air punta a riprendere i voli dal 10 ottobre 2022

0 3.813

In primo luogo, vorremmo scusarci con tutti i passeggeri Blue Air, che hanno risentito dell'impossibilità di effettuare voli di linea a partire dalle ore 6 del 2022 settembre XNUMX.

vuotovuoto

Ci scusiamo con tutti i dipendenti e partner commerciali della Blue Air Aviation Company perché non siamo stati in grado di adempiere a tutti i nostri obblighi nei loro confronti.

Ultimo ma non meno importante, dato che dagli avvisi pubblici emessi ieri, 8 settembre 2022, abbiamo riscontrato che siamo stati fraintesi, vogliamo esprimere tutto il nostro io grazie per l'aiuto cosa ci è successo accordo in questi momenti di massima crisi di Compagnia Nazionale di Trasporto Aereo TAROM SA. così come da Primo Ministro della Romania, ma anche di Ministro dei Trasportia rimpatrio dei passeggeri Blue Air che erano bloccati fuori dal paese.

In assenza di tale supporto e in assenza di a speciale sforzo umano di tutti dipendenti di TAROM SA, così come quelli della cancelleria Primo Ministro, Ministero dei Trasporti şi Ministero degli Affari Esteri, la situazione attuale sarebbe stata molto peggiore in termini di numero di passeggeri bloccati negli aeroporti.

în le ultime 48 ore la direzione esecutiva, Consiglio di Amministrazione şi La partecipazione di Blue Air au fondare il fatto che il livello di vendita dei biglietti è stato significativamente influenzatoe gli importi raccolti dai processori di pagamento sono stati bloccati da loro, in modo che L'azienda non ha in questo momento di fondi necessaria pagamento di carburante e altre spese operative, obbligatorio per i voli in programma dal 12 settembre.

A seguito di loro, la Compagnia propone di riprendere i voli a partire dal 10 ottobre 2022.

Inoltre, tutti i fornitori di servizi di volo essenziali au condizionato fornendo rispettivi servizi di pagamento del debito. In questo contesto sono stati analizzati tutti gli aspetti relativi al modo per riprendere l'attività di volo il più rapidamente possibile, confrontandosi direttamente con decine di fornitori critici dell'azienda, ovvero aeroporti, società di handling, fornitori di carburante, compagnie aeree autorità di controllo del traffico nonché con il proprietario degli aeromobili operati da Blue Air.

La decisione di riprendere i voli tiene decisamente conto della possibilità della compagnia di farlo rimborsare a tutti i passeggeri interessati gli importi dovuti e di pagare tutti i partner commerciali i costi dei servizi resi a favore dell'impresa.

Informiamo così tutti i passeggeri con voli programmati fino al 10 ottobre 2022 di non presentarsi agli aeroporti di partenza, in quanto tali voli non possono essere operati.

Precisiamo il fatto che durante le discussioni tenutesi in Il Consiglio di Amministrazione di Blue Air, il rappresentante del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture ha chiesto la ripresa dei voli il prima possibilee il voto del rappresentante del Ministero delle Finanze non si poteva esprimere. Il voto del rappresentante del Ministero delle Finanze è estremamente importante, considerato il fatto che tale istituto ha emesso la Lettera di Garanzia per la concessione da parte di Eximbank SA del credito commerciale per un importo di 300.775.000 LEI, prestito garantito dal 75% delle azioni della Società e altri beni di proprietà di Blue Air e degli azionisti della Società.

Durante questo periodo, crediamo fermamente che i 2 investitori con cui la partecipazione della società sia in trattative estremamente avanzate nel momento in cui questo è intervenuto situazione di forza maggiore, avranno il tempo necessario per analizzare assolutamente tutto le implicazioni di questo evento e di decidere, in via definitiva, se vogliono investire le somme necessarie per riportare Blue Air alle cifre antecedenti la pandemia di COVID-19.

La perdita di circa EUR 130.000.000 generata deve essere coperta

Da coprire la perdita di circa 130.000.000 di euro dovuta ai divieti di volo, l'incertezza delle tante ondate pandemiche, l'aumento assolutamente improvviso e straordinario del prezzo del carburante, causato principalmente dalla guerra in Ucraina, e il calo di oltre il 15%. del potere d'acquisto dell'EUR rispetto al USD.

Si precisa che l'aiuto di Stato è stato strettamente dimensionato a copertura delle perdite subite da Blue Air durante la sospensione dei voli, a seguito della dichiarazione dello stato di emergenza nel periodo marzo-giugno 2020 e del limitato disavanzo di cassa del Società il 31 dicembre 2020, dato che la pandemia ha profondamente colpito i ricavi della società nel periodo 2020-2021.

Nel più breve tempo possibile torneremo con i dettagli sul modo in cui l'attività di trasporto aereo passeggeri sarà ripresa dalla compagnia Blue Air Aviation.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.