Bucarest - Pechino con TAROM, forse dal 29 marzo 2014

4 397

Il ministro dei Trasporti, Ramona Mănescu, ha annunciato in apertura della riunione di governo che TAROM riprenderà i voli sulla rotta Bucarest - Pechino. Ramona Mănescu ha anche precisato che ci sono già state delle discussioni con il management della compagnia e che per l'inizio "è possibile riaprire la linea Pechino-Bucarest con due voli settimanali".



La notizia di oggi mi ha fatto sorridere e ho ricordato la farsa del 1 aprile - Pechino - Bucarest con China Eastern Airlines, dall'estate di 2013. Qui non doveva essere dell'estate di 2013, ma probabilmente dell'estate di 2014. E sarà gestito da China Eastern Airlines ma da TAROM. Farsa è nata da un desiderio che tutti noi abbiamo, voli diretti a lungo raggio in partenza da Bucarest per l'Asia e gli Stati Uniti. Ho scelto Pechino perché pensavo fosse una destinazione molto desiderabile e il mio istinto sembra non avermi ingannato.

I voli potrebbero essere onorati con 2 Airbus A310, purtroppo piuttosto datati. Sono molto ben mantenuti, ma con grandi sforzi finanziari e il consumo di carburante è "enorme". L'Airbus A310 è un bimotore corriere medio e lungo e ha due colori. L'A310 non era un aereo popolare, essendo stato prodotto solo 255 unità, tra il 1983 e il 1998. L'autonomia di volo può arrivare fino a 6,800 km (A310-200) e fino a 9600 km (A310-300).

Non vediamo l'ora che arrivi un aereo TAROM per un volo commerciale a Pechino.

Commenti 4
  1. Just-Me dice

    Sarebbe terribile farli funzionare con A310, torneremmo negli anni 80-90. Un A330 (pio desiderio) sarebbe l'ideale.

    1. Sorin Rusi dice

      Sì, non sarebbero redditizi.

  2. Master RA dice

    Meno male che non è il 1 aprile… sono un frequent flyer in Asia e non vedo l'ora di volare con BUH-Pekin o BUH-BKK senza scalo! Per esperienza parlo, è molto difficile operare queste rotte con l'A310, oltre all'età molto lunga, gli aerei Tarom sono anche poco redditizi: consumi elevati e manutenzione costosa! Si può parlare anche dell'intrattenimento a bordo, che manca sull'A310, penso alla TV dietro i sedili, ecc., Che conta per 9 ore di volo.
    Con 2 voli a settimana, la rotta non è molto redditizia. Un altro problema, non vedo il mercato rumeno, è quello di offrire 400 passeggeri (2×200) a settimana. Tarom deve pensare a "radunare" passeggeri dai paesi vicini: Bulgaria, Moldavia, forse Ungheria (la Serbia è stata persa se è entrata nell'Etihad). I voli dalla Cina sono voli di volume, il prezzo del biglietto è piuttosto basso - circa 650E - ho preso, in offerta e 485 E. C'è anche la possibilità di cargo, ma anche qui ci sono compagnie aeree, più economiche di Tarom.
    I rumeni, che vanno in Asia, volano generalmente con il turco (60-70%), e il resto con Lufthansa, austriaco o Qatar.
    Non è meglio noleggiare un nuovo aereo, più economico - ce ne sono abbastanza sul mercato, perché no, forse anche dal LOTTO, come fa Finnair?!?

    1. Sorin Rusi dice

      Sono perfettamente d'accordo! Ci sono molti problemi logistici!

      Forse possiamo aiutare i cinesi con un aereo 😀

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.