Carpatair ha richiesto e ottenuto la protezione della legge fallimentare

Carpatair ha richiesto e ottenuto la protezione della legge fallimentare

0 296

Ultimi giorni Carpatair ha annunciato il programma operativo estivo per 2014. E oggi annuncia l'insolvenza.

Carpatair SA richiesto e ottenuto in 23 gennaio 2014 la protezione della legge insolvente con l'intenzione di seguire un processo di riorganizzazione giudiziaria, dopo un periodo di 15 anni di notevole presenza sul mercato regolare del trasporto aereo in Romania e nella regione. Le cause di tale decisione sono principalmente legate all'esistenza di controversie contro l'aeroporto di Timisoara che hanno come oggetto attività anticoncorrenziali attualmente indagate da Commissione europea, ma anche dai tribunali e dalle autorità nazionali, i danni stimati superano 30 milioni di euro.

Durante il processo di riorganizzazione, la società continuerà una normale attività commerciale e la gestione della società sarà assicurata dall'attuale gruppo dirigente guidato da Nicolae Petrov, sotto la supervisione dell'amministratore giudiziario designato.

Per il restante periodo della stagione invernale, fino alla fine di marzo 2014, il programma operativo è stato ridotto, mantenendo i voli redditizi, al fine di una riorganizzazione efficiente. Pertanto, la compagnia ridurrà significativamente i suoi costi e ridurrà le perdite nel peggiore dei periodi dell'anno per il settore aereo.

L'aeroporto di Timisoara era, durante il periodo 2000-2013, la principale base operativa di Carpatair SA

Il significato di Carpatair Investment nell'HUB di Timisoara:

- 50 milioni di investimenti svizzeri in linea aerea, fabbrica di riparazione di aeromobili, scuola pilota;
- Su 380 voli settimanali dall'aeroporto di Timisoara verso le destinazioni 34;
- Oltre 500'000 di passeggeri trasportati ogni anno all'aeroporto di Timisoara;
- Assicurare oltre il 50% dei ricavi dell'aeroporto di Timisoara (3.5 milioni di euro all'anno);
- Oltre 500 lavori altamente qualificati forniti a Carpatair e circa 300 presso le unità e le società che hanno fornito i servizi correlati: Aeroporto, Polizia di frontiera, Servizio di sicurezza, Dogana, Ristorazione, ecc .;
- Garantire un fatturato annuo di circa 4.5 milioni di euro che ha stimolato il consumo di servizi e beni sul mercato locale;
- Assicurare circa 3.75 milioni di euro di contributi annuali al bilancio statale attraverso imposte sul reddito, CAS, disoccupazione, assistenza sanitaria, ecc.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.