Carpatair - dall'estasi all'agonia e viceversa?

2 616

Carpatair è nato nell'anno 1999 e ha operato il primo volo su 26 a marzo 1999, sulla rotta Cluj-Napoca - Venezia. Da 2000, l'hub è stato spostato a Timisoara. Il primo aereo era un Yakovlev Yak-40 noleggiato dalla Moldavian Airlines. È così che una delle maggiori compagnie aeree regionali dell'Europa sud-orientale ha iniziato la sua storia.

Negli ultimi anni 3, il tuo volo è stato ritardato di più di 3 ore o il tuo volo è stato cancellato? Richiedi ora danni legali fino a € 600!

Yakovlev Yak-40

Durante il periodo di gloria, la compagnia operava, attraverso l'hub dell'aeroporto "Traian Vuia", su 350 di voli settimanali per 28 di destinazioni, da sei paesi dell'Europa orientale e occidentale. Un tempo, la flotta di Carpatair era composta da aerei 15: 6 - SAAB 2000, 1 - Boeing 737-300, 3 - Fokker 100, 3 - Fokker 70, 2 - ATR 72-500.

All'inizio era buono. Essendo una delle prime compagnie aeree a Banat, Carpatair ha riscosso un grande successo, beneficiando della scarsa concorrenza di altri concorrenti. In 2012, Carpatair trasporta ancora circa il 40% dei passeggeri che attraversano l'aeroporto di Timisoara.

carpatair_fokker

Ma gli anni sono passati e la situazione è cambiata e Carpatair non è riuscita ad adattarsi. Wizz Air entrò fortemente in Banat, aprendo nuove rotte in partenza da Timisoara e Arad. Carpatair ha perso terreno di fronte ai suoi concorrenti e ha accusato la direzione dell'aeroporto di Timisoara di fornire aiuti di Stato a compagnie concorrenti e di praticare tassi discriminatori. Le accuse si sono trasformate in una serie di cause legali che hanno coinvolto sia l'aeroporto internazionale di Timisoara sia l'operatore a basso costo Wizz Air. Su 14 novembre, una frase irrevocabile dà all'operatore Carpatair una vittoria nella battaglia con l'aeroporto di Timisoara, ma già la situazione era cambiata.

carpatair_boeing

L'anno 2013 è iniziato con alcuni problemi per Carpatair. Ci sono stati diversi incidenti che hanno coinvolto aerei KPR, il più importante dei quali a Roma. Un aereo ATR 72 KRP è uscito dalla pista dell'aeroporto di Fiumiciuno.

ATR_72_Carpatair

Nell'ultimo anno, Carpatair ha annunciato tutti i tipi di cambiamenti nel programma operativo. Rinunciò all'hub di Timisoara e rivolse sempre più la sua attenzione all'aeroporto di Bacau. Da 28 ottobre a 2012, Carpatair ha rinunciato alla rotta Timisoara - Bucarest. Tuttavia, ha continuato ad aprire nuove rotte da Craiova, Bacău e Chisinau.

E quando tutto sembrava a posto, Carpatair annunciò di aver ristrutturato la sua flotta. Su 31 può 2013, l'ultimo aereo Saab 2000 lasciò la flotta di Carpatair, dopo 10 anni di servizio sotto il logo dell'azienda, segnando così un importante cambiamento nella strategia di Carpatair: passare ai voli da punto a punto, senza fermate a Timisoara.

Ma non si è fermato qui. Su 31 maggio, Carpatair ha rinunciato alla maggior parte dell'aereo. Oltre ai Saab, è tornato Boeing 737-300 ricevuto su 21 Maggio 2012 e che arrivarono nella flotta Belavia della Belarusian Airlines, rinunciarono a 3 Fokker 70 e Fokker 100. Relativamente ai due ATR, uno è stato gravemente danneggiato nell'incidente di Roma e il secondo vola nella flotta di Jat Airways. Attualmente, la flotta di Carpatair è composta da velivoli 4: 3 Fokker 100 e un Boeing 737-300 (SP-LLC) presi in prestito da LOT Polish Airlines.

Con la riduzione della flotta, Carpatair ha anche ridotto il numero di voli. Da 21 giugno 2013, Carpatair ha rinunciato a rotte: Timisoara-Bacau, Timisoara-Cernăuţi, Timisoara-Iasi, Timisoara-Chisinau, Timisoara-Craiova, Timisoara-Dusseldorf, Timisoara-Monaco di Baviera. Attualmente, Carpatair ha una rete di destinazioni 9: Germania - Stoccarda; Italia - Bergamo, Roma, Venezia; Romania - Bacău, Craiova, Timisoara; Repubblica di Moldavia - Chisinau; Ucraina - Chernivtsi.

carpatair_saab

Potrei dire che sono state prese le misure per garantire la redditività della compagnia aerea. Ma non possiamo anticipare la direzione in cui questo vettore sta andando. Fintanto che la direzione di Carpatair è soddisfatta dell'attività corrente ed è in profitto, probabilmente continuerà a farlo. Da fonti vicine a Travel Travel, abbiamo appreso che un nuovo Boeing 737 entrerà a far parte della flotta KRP. L'aeromobile Boeing 737-36M (MSN 28332) è alimentato da due motori 2x CFMI CFM56-3C1, ha una capacità di posti a sedere 148 e 17 anni di funzionamento. Attraverso 1998, questo aereo era anche nella flotta TAROM.

Ho volato con Carpatair e mi è piaciuto. Ho apprezzato questo vettore per il suo lavoro e tendo a pensare che volerà molto lontano da adesso. Mi aspetto un rebranding, un riposizionamento nel mercato. Carpatair è un corriere a servizio completo e sono convinto che rimarrà tale. E tra luglio e agosto, Carpatair completerà i voli per l'Italia.

Resta da vedere cosa accadrà a Carpatair a partire dalla stagione invernale 2013 / 2014!

Commenti 2
  1. [...] 24 Luglio 2013, ho scritto un articolo sull'evoluzione della compagnia aerea Carpatair, su come è passata dall'estasi all'agonia e mi aspetto di tornare a [...]

  2. [...] presente, l'aereo ha 20.1 anni ed è alimentato da due motori Rolls-Royce AE 2100. Dopo che Carpatair ha rinunciato alla flotta di aeromobili SAAB 2000, è entrata a far parte della flotta di aeromobili svedese […]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Cinese (tradizionale)IngleseFranceseTedescoLezioniPortogheserumenoRussianSpagnoloturco