Cathay Pacific riduce drasticamente il numero di voli a lungo raggio a causa delle restrizioni sull'equipaggio di cabina.

0 228

In risposta alle nuove norme di quarantena implementate per gli equipaggi di volo, Cathay Pacific ridotto il numero di voli per l'Australia.

Il 10 febbraio 2021, quando il governo di Hong Kong ha annunciato una quarantena obbligatoria di 14 giorni per il personale di volo, Cathay Pacific ha cancellato tutti i voli australiani ad eccezione di quelli per Sydney. I servizi per Vancouver (Canada), San Francisco (Stati Uniti) e Francoforte (Germania) sono già stati sospesi.

Inoltre, i voli per Brisbane, Perth, Melbourne e Auckland saranno sospesi dal 20 febbraio 2021, i cinque voli settimanali tra Hong Kong e Sydney saranno gli unici operati.

"Dato l'ultimo annuncio del governo della RAS di Hong Kong, a partire dal 20 febbraio 2021, i piloti e il personale di cabina dovranno essere messi in quarantena per 14 giorni in hotel e altri 7 giorni per essere sotto controllo medico al loro ritorno a Hong Kong dopo i voli ", ha confermato la compagnia aerea in un comunicato.

Il 15 gennaio 2021, Emirates ha inoltre annunciato la sospensione dei voli per l'Australia "fino a nuovo avviso" per "motivi operativi". La compagnia aerea ha successivamente rettificato la dichiarazione, dicendo che avrebbe ripreso i voli per l'Australia all'inizio di aprile 2021.

Nel gennaio 2021, nel tentativo di impedire ai nuovi ceppi COVID-19 di entrare nel paese, l'Australia ha fissato un limite settimanale per gli arrivi internazionali, con un limite di circa 7.500 arrivi a settimana. Ciò limita le compagnie aeree a trasportare solo 30-50 passeggeri / aeromobili.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.