Il comandante del velivolo Pegasus, che si spezzò in pezzi a Istanbul, fu arrestato

Il comandante del velivolo Pegasus, che si spezzò in pezzi a Istanbul, fu arrestato

0 1.960

Lunedì 24 febbraio 2020, l'agenzia di stampa Anadolu ha annunciato che i piloti dell'aereo Boeing 737-800 Pegasus coinvolti nell'incidente aereo di Istanbul erano stati ascoltati. Il comandante del velivolo è stato arrestato.

I pubblici ministeri di Ankara hanno deciso di arrestare il comandante in carica, accusandolo di aver prodotto l'incidente che ha provocato la morte di 3 passeggeri e il ferimento di 179 persone. Gli investigatori accusano i piloti di negligenza.

La sera del 5 febbraio 2020, Boeing 737-800 (TC-IZK) Pegasus Airlines è partita dalla pista dell'aeroporto internazionale di Istanbul - Sabiha Gökçen.

Si immerse in pista con una differenza di 30 metri, a quel punto si spezzò in pezzi. C'è stato anche un piccolo incendio, ma rapidamente liquidato. L'aereo operava il volo PC2193, sulla tratta Izmir - Istanbul.

Secondo le ultime informazioni, erano presenti a bordo 177 passeggeri (inclusi 2 bambini) e 6 membri dell'equipaggio. 179 persone sono rimaste ferite e ricoverate negli ospedali di Istanbul, alcune con lesioni più gravi. E, sfortunatamente, 3 persone hanno perso la vita.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.