Nuove condizioni per l'ingresso in Austria: PCR (massimo 72 ore) o test dell'antigene (massimo 48 ore) per COVID-19 e isolamento di 10 giorni

1 27.269

Aggiornamento dell'11 marzo 2021: le persone che viaggiano nella Repubblica d'Austria da paesi a rischio (inclusa la Romania) hanno l'obbligo di registrarsi online, non oltre 72 ore prima, compilando un documento denominato "Pre-Travel- Clearance - PTC" .

All'ingresso nel territorio dell'Austria, i passeggeri devono presentare la conferma di registrazione dal sistema online, in formato elettronico o cartaceo. La registrazione può essere effettuata all'indirizzo pagina web successiva.

Se la registrazione non è possibile utilizzando il modulo elettronico, può essere eccezionalmente utilizzato il modulo standard, compilato e firmato a mano. Il modulo è disponibile nelle lingue Germania şi Inglese.

Si applica la misura di registrazione, compresi i pendolari / lavoratori transfrontalieri.

Eccezioni al provvedimento di registrazione elettronica: vettori professionali di merci, persone in transito, persone che partecipano a eventi familiari non rinviabili (ad esempio: cerimonie funebri).

Oltre alla registrazione elettronica, all'ingresso nella Repubblica d'Austria si applicano le seguenti misure:

Le persone che si recano in Austria, inclusa la Romania, verranno messe in quarantena subito dopo essere entrate nel territorio austriaco per un periodo di 10 giorni.

Le persone che si recano in Austria, inclusa la Romania, verranno messe in quarantena subito dopo essere entrate nel territorio austriaco per un periodo di 10 giorni., a casa o in un luogo adatto, i cui costi devono essere sostenuti dal budget personale.

La misura di quarantena può essere sospesa a seguito della presentazione del risultato negativo di un test per l'infezione da SARS-CoV-2 (PCR o tipo di antigene), eseguito non prima del 5 ° giorno dopo l'ingresso in Austria, i costi sono a carico del persone interessate.

Inoltre, dal 10 febbraio 2021, tutte le persone devono presentare, all'ingresso in Austria, il risultato negativo di un test per l'infezione da virus SARS-CoV-2, tipo PCR, non più vecchio di 72 ore, o antigene, non più vecchio di 48 ore.

Se il test per l'infezione da virus SARS-CoV-2 (PCR o antigene) non può essere presentato all'ingresso, deve essere eseguito entro 24 ore dall'ingresso in Austria. Il documento attestante lo svolgimento del test deve contenere: il nome e cognome della persona testata, data di nascita, data e ora del prelievo, risultato del test (positivo o negativo), firma della persona che esegue il test, timbro del test istituzione o codice a barre, rispettivamente codice QR.

Le nuove misure sulle condizioni di ingresso si applicano anche ai turisti.

Eccezioni alla misura di quarantena:

  1. Le persone che viaggiano da Australia, Islanda, Nuova Zelanda, Norvegia, Repubblica di Corea, Singapore e Vaticano sono esenti dalla misura di quarantena e possono entrare senza restrizioni e presentare documenti giustificativi attestanti che sono stati negli ultimi 10 giorni. i rispettivi stati.
  2. Persone che fanno parte di le seguenti categorie:
    • personale della missione umanitaria;
    • membri del personale delle missioni diplomatiche o loro familiari che vivono nella stessa economia domestica; dipendenti di organizzazioni internazionali o loro familiari che vivono nella stessa economia domestica;
    • personale sanitario e assistenziale;
    • lavoratori stagionali in agricoltura, silvicoltura o turismo;
    • persone che viaggiano per motivi medici e un accompagnatore. È necessario presentare alcuni documenti medici, giustificativi, rilasciati da un medico specialista, che attestino la nomina / intervento / controllo medico;
    • persone che arrivano per adempiere a un dovere legale o amministrativo obbligatorio, come la presentazione di una citazione in procedimenti legali;

Posso entrare nel territorio austriaco se ho un test molecolare di tipo PCR con esito negativo per infezione da SARS-CoV-2

Il transito è consentito su base permanente, senza sosta (durante la notte)

Il transito è consentito su base permanente, senza sosta (pernottamento), salvo soste assolutamente essenziali, di cittadini rumeni sul territorio dell'Austria verso destinazioni in altri stati, senza applicare la misura di quarantena o presentare un test per SARS-CoV-2 infezione.

È obbligatorio presentare, su richiesta delle autorità, da parte di tutte le persone in transito in Austria, le prove che attestano l'uscita dal territorio austriaco e garantiscono l'ingresso nello stato di destinazione (prenotazioni hotel / treno / bus / aereo, documenti giustificativi riguardanti domicilio / residenza / diritto di soggiorno, propri o familiari, a seconda dei casi: certificati di matrimonio, ecc., contratti di lavoro, ogni altra prova della necessità di entrare, ad esempio un certificato di cure mediche necessarie, studi, ecc. ).

Dal 25 gennaio sui voli Austrian Airlines è obbligatorio indossare la maschera FFP2 senza valvola.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.