Coronavirus: gli aeroporti in Italia "svuotano" passeggeri e voli

Coronavirus: gli aeroporti in Italia "svuotano" passeggeri e voli

1 1.563
Aereo in ritardo? Il volo è stato cancellato? >>Richiedi un risarcimento ora<<per volo ritardato o cancellato. Puoi avere diritto a un massimo di € 600.

Lo scoppio del nuovo Coronavirus si è spostato dalla Cina al nord Italia. Il 1 ° marzo 2020, in Italia ci furono circa 1700 casi e 35 decessi. Le restrizioni imposte nella regione, ma anche la paura del nuovo virus hanno portato allo "svuotamento" degli aeroporti di voli e passeggeri.

Wizz Air, Lufthansa Group, easyJet, British Airways, American Airlines, Delta Airlines, Turkish Airlines, queste sono solo alcune delle compagnie aeree che hanno annunciato la cancellazione di voli verso destinazioni in Italia.

Gli aeroporti più colpiti si trovano nelle aree di epidemia con il nuovo Coronavirus, ovvero Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto. E qui elenchiamo gli aeroporti di Torino, Milano, Venezia, Bologna e persino Roma. Le misure sono prese per un periodo da 2 settimane a 4 settimane.

Aeroporti in Italia "vuoti"

Wizz Air ha annunciato che ridurrà la sua attività operativa nel nord Italia fino al 60%. Le misure saranno prese tra l'11 marzo e il 2 aprile 2020. Anche i voli Wizz Air dalla Romania verso l'Italia sono stati colpiti, ma anche voli dalla Repubblica di Moldavia. Ci sono anche percorsi completamente cancellati, come: Craiova - Bologna, Suceava - Bologna e Timișoara - Bergamo.

Il Gruppo Lufthansa ha annunciato una riduzione del 25% delle operazioni in / verso l'Italia. Qui entrano in gioco tutte le misure prese da Lufthansa, Austrian Airlines, SWISS e Brussels Airlines. Le misure sono prese per le prossime 2 settimane, con la possibilità di essere prorogate fino alla fine di marzo.

Le compagnie partner di British Airways e del gruppo IAG hanno annunciato una riduzione del numero di voli verso destinazioni in Italia. Allo stesso tempo, British Airways ha annunciato di aver ridotto il numero di voli verso destinazioni in Cina e Corea del Sud.

Turkish Airlines ha compiuto un passo radicale e ha cancellato tutti i voli da / per l'Italia (7 destinazioni interessate) fino al 10 marzo con possibilità di estensione. Ma anche verso destinazioni in Corea del Sud (Seoul) e Iraq (5 aeroporti serviti). Ha anche annunciato una sospensione di due settimane di voli tra Israele e Italia.

Dagli Stati Uniti, Delta Air Lines ha annunciato la sospensione dei voli sulla rotta New York-JFK e Milano-Malpensa, una misura adottata fino al 1 maggio. La rotazione giornaliera tra New York-JFK e Roma non è interessata. Lo United ha inoltre preso provvedimenti per sospendere i voli sulla rotta Newark - Malpensa. American Airlines ha cancellato i voli sulle rotte: Miami - Milano Malpensa e New York JFK - Milano Malpensa. La misura è stata presa fino alla fine di aprile.

Nella maggior parte dei casi, queste sospensioni arrivano in fondo alle vendite. Sempre più passeggeri annullano i loro viaggi in Italia e le prenotazioni stanno diminuendo. Le compagnie aeree sono tenute ad adottare tali misure per ridurre le perdite finanziarie.

Le persone si rifiutano di viaggiare verso destinazioni in Italia perché significherebbe essere in isolamento a casa per 14 giorni dopo il ritorno da queste destinazioni.

Torneremo nei dettagli!

Commento 1
  1. […] Coronavirus: gli aeroporti in Italia “svuotano” i passeggeri e i voli […]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.