COVID-19 Daily - 23 luglio 2021: l'Ungheria introduce il vaccino obbligatorio per gli operatori sanitari; oltre 200 milioni di europei sono stati vaccinati!

0 625

L'Unione Europea ha annunciato che è stata superata la soglia dei 200 milioni di vaccinati in Europa. L'Ungheria annuncia che renderà obbligatorio il vaccino per gli operatori sanitari. Diverse proteste hanno avuto luogo in Francia e in Grecia. Vediamo le novità del COVID-19 dal 23 luglio!

  • Più di 200 milioni di europei sono stati vaccinati, ha dichiarato giovedì l'Unione europea. Rappresenta più della metà della popolazione dell'UE, ma meno dell'obiettivo del 70% per questa estate.
  • La cancelliera tedesca Angela Merkel è preoccupata per l'aumento del numero di casi. “Il numero di nuovi casi sta crescendo in modo allarmante, rapido e preoccupante. Vediamo un aumento esponenziale. Ogni vaccinazione è un piccolo passo verso il ritorno alla normalità.
  • Pi manifestanti hanno affrontato la polizia ad Atene, Grecia. Circa 1500 persone sono scese in piazza per protestare vaccinazione obbligatoria degli operatori sanitari e del personale delle case di cura.

Le proteste contro la nuova legislazione governativa COVID-19 si sono svolte mercoledì sera a Parigi, Tolosa e in altre città della Francia. 

  • Due dosi di Pfizer hanno dimostrato di essere efficaci per l'88% rispetto alla variante Delta, mentre due dosi di AstraZeneca sono efficaci per il 67% nella prevenzione delle malattie sintomatiche., secondo uno studio pubblicato mercoledì in Il New England Journal of Medicine . La variante Delta è ora il ceppo COVID-19 dominante nel mondo.
  • Pfizer e BioNTech stringono un accordo con la società sudafricana Biovac per produrre localmente il vaccino COVID-19-XNUMX, a partire dal 2022. L'azienda con sede a Città del Capo completerà la fase finale della produzione del vaccino. Le dosi prodotte saranno distribuite esclusivamente nell'Unione Africana.
  • L'Ungheria renderà le vaccinazioni COVID-19 obbligatorie per gli operatori sanitari, ha annunciato il primo ministro Viktor Orban.
  • I lavoratori in settori come la salute, i trasporti, l'alimentazione e l'energia nel Regno Unito non dovranno isolarsi se COVID-19 lo richiede, purché siano completamente vaccinati.
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.