Come cambiare il viaggio aereo dopo il 14 maggio (intervista a Lucian Bode)

1 2.090
Aereo in ritardo? Il volo è stato cancellato? Richiedi un risarcimento ora per volo ritardato o cancellato. Puoi avere diritto a un massimo di € 600.

In un'intervista con il corrispondente di ProTV News Vitalie Cojocari, il ministro dei trasporti, Lucian Bode, ha dichiarato che attualmente, a livello dell'Unione europea, tutti i paesi membri presentano proposte e soluzioni per la ripresa del trasporto merci e passeggeri in Europa. Ma tale normalizzazione, a livello pre-crisi, verrà effettuata gradualmente e nel rispetto di alcune norme comuni.

Ho estratto da l'intervista a Lucian Bode (fai clic per ascoltare l'intervista) solo la parte che ci interessa direttamente. Cioè, proprio quello che ha detto sull'aviazione e su come cambia il viaggio aereo dopo il 14 maggio. Di seguito è riportato un estratto dell'intervista.

Buoni invece di denaro per i biglietti aerei

"Sono stati discussi due argomenti. Da un lato, misure urgenti per mitigare l'impatto negativo della crisi sul settore dei trasporti. D'altra parte, è stato discusso di ciò che stiamo facendo nella fase post-crisi, la fase in cui alcuni stati, tra cui la Romania, hanno annunciato che allenteranno le misure dal 15 maggio. Alla scadenza dello stato di emergenza, dobbiamo sapere esattamente come si svolgerà ciascun modo di trasporto in Romania e in tutti gli Stati membri.", Ha spiegato Lucian Bode.

Secondo il ministro dei trasporti, una delle proposte avanzate dalla Romania in merito al trasporto aereo era quella per sostituire il risarcimento in contanti con i buoni, nel caso di viaggi non effettuati a causa della crisi.

"Una delle proposte della Romania in campo aereo era la modifica temporanea del regolamento 261/2004, al fine di consentire ai vettori, per un periodo di tempo limitato, di offrire buoni per i voli dei passeggeri i cui voli sono stati cancellati, per motivi COVID-19.

Inizialmente, eravamo 11 stati che lo hanno richiesto ufficialmente. E alla fine dei colloqui di ieri, c'erano più di 20 stati che hanno aderito a questa richiesta, e credo che nelle raccomandazioni finali della Commissione europea troveremo questa possibilità.", Ha spiegato il ministro.

Il funzionario ha anche affermato che, in secondo luogo, tra il declino del trasporto aereo, ha chiesto lo sviluppo di nuove previsioni sul traffico aereo e piani di prestazione per il controllo del traffico aereo attraverso Eurocontrol.

Come cambiare il viaggio aereo

Per quanto riguarda il trasporto aereo di passeggeri, il Ministro dei trasporti ha affermato che la priorità è garantire la circolazione sicura dei cittadini e la massima limitazione del rischio di malattia.

"Dobbiamo assicurarci che i cittadini possano muoversi in sicurezza e che il rischio di malattia sia minimo. Dal 15 maggio, ad esempio, è improbabile che tutti i voli nazionali e internazionali riprendano. Stiamo discutendo a livello nazionale ed europeo per vedere come riprendere gradualmente questa attività. Ad esempio, è probabile che le compagnie aeree riprendano i voli nazionali regionali, non verso tutti i 16 aeroporti.

Per questo dobbiamo sapere cosa accadrà in tutta la catena, dall'aeroporto, alle compagnie che forniscono servizi all'aeroporto, alla compagnia aerea, come saranno emessi i biglietti, come saranno distribuiti i passeggeri nell'aeromobile - tutto questo i distacchi devono essere chiariti negli standard che abbiamo richiesto alla Commissione europea e che credo arriveranno al più tardi la prossima settimana. Una serie di raccomandazioni che tutti gli Stati membri devono attuare ", disse Bode.

Spazio libero sull'aereo

Per quanto riguarda l'opzione di lasciare un posto libero sull'aereo tra i passeggeri, al fine di mantenere le distanze, il ministro ha affermato che tale proposta è venuta dall'Italia.

"Tali proposte provenivano dagli Stati membri - ad esempio, l'Italia ha fatto questa proposta, l'ha inviata a tutti gli Stati membri, poiché vedono la sua posizione in ogni modo di trasporto post-crisi. In particolare, queste cose non sono state discusse.

Ho chiesto a tutti i dipartimenti specializzati su tutti i modi di trasporto nel ministero di presentare una proposta concreta, poiché vedono lo sviluppo del trasporto aereo, ad esempio in Romania, tenendo conto di tutti i dati che abbiamo in questo momento a livello nazionale, senza attendere tali standard. E hanno presentato proposte su ogni segmento, cosa accadrà all'aeroporto, come saranno quei colori per mantenere le distanze ", ha precisato il ministro.

Cosa sta facendo lo stato per mantenere in vita i due operatori rumeni Tarom e Blue Air

"In Romania, stiamo parlando di 15 compagnie aeree, due delle quali operano più di un terzo dei loro voli - sto parlando di Tarom e Blue Air, che sono attualmente in difficoltà, perché i loro ricavi sono diminuiti di oltre il 95%. Parallelamente, identifichiamo soluzioni per mantenere in vita queste aziende, il 90% dei dipendenti Blue Air e oltre il 60% -70% dei dipendenti Tarom sono già tecnicamente disoccupati.

Abbiamo quel memorandum che richiede aiuti di Stato per le due società, hanno pagato parte dei debiti che avevano in questi giorni. In questo momento, la nostra preoccupazione è di mantenere a galla questa azienda, di mantenerla in vita, attiva e dopo la crisi, e quando inizieremo a operare decideremo anche come dare questi buoni, per quanto tempo o rimborsiamo i soldi - perché non abbiamo eliminato questa opzione, ma non possiamo rimborsare i soldi in 7 giorni, come scrive il regolamento ", disse Lucian Bode.

Questa intervista ha portato alla nostra attenzione, di tutti noi, alcune idee e piani che volevamo dopo il 14 maggio. Ma non ci sono azioni ferme, non c'è nulla di concreto. Stiamo aspettando le decisioni finali!

Commento 1
  1. [...] Come cambiare il viaggio aereo dopo il 14 maggio (intervista a Lucian Bode) [...]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.