Dal 1 febbraio il certificato di vaccinazione digitale UE COVID è valido 9 mesi senza la dose di richiamo!

0 621

Lo abbiamo annunciato a metà gennaio 2022 L'Unione europea sta preparando importanti modifiche alle regole di viaggio dell'UE. Le informazioni si sono concretizzate e quindi abbiamo nuove regole per i viaggi tra gli Stati membri dell'Unione europea. Allo stesso tempo, il certificato di vaccinazione digitale UE COVID è valido per 270 giorni (9 mesi).

Pertanto, dal 1° febbraio, abbiamo i seguenti grandi cambiamenti:

  • Dal 1° febbraio si applicheranno nuove regole, che prevedono un periodo standard di accettazione di 270 giorni (9 mesi) per i certificati di vaccinazione digitale dell'UE contro COVID-19 utilizzati per i viaggi all'interno dell'UE.
  • In base alle nuove norme, gli Stati membri devono accettare i certificati di vaccinazione per un periodo di 270 giorni (9 mesi) dopo il completamento della serie di vaccinazione primaria, della serie a due oa una dose, a seconda del vaccino somministrato. Nel caso di vaccini a dose singola, ciò significa 270 giorni dalla prima e unica somministrazione.
  • Nel caso di vaccini a due dosi, ciò significa 270 giorni dopo la somministrazione della seconda dose o, per le persone guarite dal COVID-19, 270 giorni dopo la prima e unica somministrazione, a seconda della strategia vaccinale nazionale.
  • Gli Stati membri non dovrebbero prevedere un diverso periodo di accettazione per i viaggi all'interno dell'Unione europea. Il periodo di accettazione standard non si applica ai certificati di dose di richiamo, secondo la Commissione europea.
  • Gli Stati membri possono applicare norme diverse quando utilizzano il certificato digitale dell'UE sulla COVID in un contesto interno, ma sono tenuti ad allinearsi al periodo di accettazione fissato a livello dell'UE. La Romania NON si è ancora allineata alla legislazione dell'UE quando si tratta della validità dei certificati di vaccinazione digitale COVID dell'UE.
  • Con il supporto degli esperti del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie e dell'Agenzia europea per i medicinali, la Commissione seguirà da vicino i futuri adattamenti di questa norma", ha affermato il commissario alla Giustizia Didier Reynders. comunicato stampa inviato lunedì dalla Commissione Europea.

In conclusione, se hai intenzione di viaggiare nei paesi dell'UE, fai attenzione alla validità del certificato di vaccinazione digitale UE COVID, soprattutto se non ti viene somministrata la dose di richiamo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.