Turbolenza: loro cause e danni ai voli

0 2.667

Per alcuni, la turbolenza è un momento fastidioso durante il volo. Per altri, la turbolenza è un incubo. Non credo sia un volo senza un piccolo "scuotimento".



Lasciate che vi parli del primo incontro con il grave tumulto della mia vita di viaggiatore. In 4 anni di Airlinestravel.ro, ho volato per migliaia di chilometri. Ho volato con un tempo bello e soleggiato, ma anche tra nuvole infinite, vento e bufera di neve. Il primo volo fuori dalla Romania era sulla rotta Bucarest - Berlino via Amsterdam, un volo operato da KLM. È successo nel 2011, in un momento in cui Berlino e Bucarest, due grandi capitali europee, non erano collegate da voli diretti, ei passeggeri utilizzavano alternative di scalo.

A proposito di turbolenza

Sulla tratta Bucarest - Amsterdam, il volo è andato bene, senza intoppi, normalmente. Non ho riscontrato turbolenze. Ma il volo Amsterdam-Berlino è stato notevole, motivo per cui lo ricordo ancora oggi. Il volo è stato tranquillo fino all'ingresso nello spazio aereo della Germania, quando abbiamo iniziato ad attraversare un'area di forte turbolenza. Era come se si stesse combattendo una grande battaglia tra le correnti d'aria. L'aereo iniziò a vibrare da tutte le articolazioni. Alcuni si sono spaventati e hanno iniziato a urlare, altri si sono seduti in silenzio e hanno aspettato che passasse il momento spiacevole. Ammetto che all'inizio sono rimasto sorpreso, ma poi mi sono calmato e ho ammirato il finestrino mentre l'aereo sbatteva le ali (letteralmente). Probabilmente l'emozione del momento mi ha rafforzato ed ero tranquilla, ma ero turbata perché ha rovesciato il mio drink dal bicchiere… Ebbene, è bello? 🙂

le compagnie aeree di tempesta

Esistono diverse cause che portano alla turbolenza. Ma non devi farti prendere dal panico. Gli aerei sono fatti per resistere, sono flessibili e i piloti sono preparati per tali momenti.

Menno Kroon, un pilota KLM del 1990 e comandante di aeromobili Airbus A330, ha scritto sul blog KLM sulla turbolenza.

Secondo gli scritti di Menno Kroon, la turbolenza può essere causata da: vento (turbolenza riscontrata di più durante il decollo e l'atterraggio), l'aria che sale (turbolenza in alta quota e alcune non possono essere rilevate dal radar meteorologico), flussi di jet (turbolenza riscontrata soprattutto sui voli transoceanici da ovest a est), montagne, motori aeronautici.

Alcune turbolenze possono essere rilevate dal radar meteorologico e i piloti possono bypassarle. Ma ci sono anche turbolenze non individuate e impreviste, che possono causare disagi ai passeggeri. Non associare voli agitati con compagnie aeree. Indipendentemente dal tipo di aeromobile e dalla compagnia aerea, può anche manifestarsi la turbolenza.

centura-siguranta-fixata

A volte, vincolati dal traffico aereo e dalle condizioni meteorologiche, i piloti non possono evitare le zone di turbolenza o prevenirle. In tali situazioni, è consigliabile mantenere la calma, allacciare le cinture di sicurezza e riposare sui sedili. Per il tuo benessere mentale, è consigliabile affidarsi all'equipaggio di cabina e all'aeromobile.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.