Dopo 23 anni di attività, l'Aeroporto Internazionale di Iasi ha ottenuto utili

1 654

Quando si desidera, vengono trovate soluzioni ed è possibile. 23 ha impiegato anni per dimostrare che era possibile. Dopo 23 anni di attività, l'Aeroporto Internazionale di Iasi ha ottenuto utili. Ciò significa avere un'amministrazione capace, con persone competenti e con un pensiero logico e costruttivo. Quando orgoglio e politica vanno al secondario, si ottengono profitto e successo. Forse dovremmo pensare al motivo per cui molte aziende statali sono in perdita e fare qualcosa per realizzare un profitto. Il denaro è, le soluzioni sono, ma è la loro redditività? Ti lasciamo rispondere!



Per la prima volta durante la sua esistenza, dopo 23 anni di attività, RA Iasi Airport, l'impresa pubblica che gestisce l'aeroporto internazionale di Iasi, ha registrato un profitto contabile. Pertanto, a partire da 30.09.2015, l'utile contabile mostrato è 188.280lei.

È il secondo grande successo finanziario registrato dall'aeroporto di Iasi, dopo l'anno 2014, il regista ha registrato, per la prima volta, un utile operativo. L'importo totale dei ricavi registrati alla data di 30.09.2015 è pari a 11.203.435,01 lei, di questo valore, 1.218.636,91 lei rappresenta i ricavi esclusivamente da attività non aeronautiche.

Se eseguiamo una radiografia degli ultimi due anni di attività aeroportuale, vedremo uno sviluppo sostenibile, che si basa su un piano ben congegnato. Nell'estate di 2014, è stata inaugurata una nuova traccia. In 2015, è stato costruito una nuova piattaforma e un nuovo terminale. Tutto ciò ha portato a nuove rotte, come: IASI - ROMA, IASI - LONDRA, IASI - PARIGI, Iasi - Monaco, Bucarest - Iasi con Blue Air e le cose non finiscono qui. La fine del 2015 porta un percorso tanto atteso - Iasi-Istanbul con TAROMe 2016 porterà nuove rotte in partenza da Iasi, e qui menzioniamo destinazioni come Barcellona, ​​Bruxelles e Colonia. Quindi puoi!

"Se lo Stato è conosciuto, in generale, come un debole amministratore del proprio patrimonio, abituandosi a considerarlo un consumatore di risorse finanziarie piuttosto che un produttore di esse, ecco che l'aeroporto di Iasi dimostra che si può fare performance in ciò che concerne il lato finanziario dell'attività aeroportuale. Ho sempre pensato che l'approccio alle attività all'interno dell'Aeroporto di Iasi debba basarsi su principi aziendali consolidati, in cui gli orizzonti di analisi e pianificazione sono rappresentati negli anni e nei decenni, perché è di fondamentale importanza che lo sviluppo dell'Aeroporto di Iasi sia veramente sostenibile e non come un fuoco di paglia. È noto che un aeroporto è estremamente costoso per la sua autorità di vigilanza, in quanto deve allinearsi a tutti i requisiti specifici dell'aeroporto mondiale, e registrare l'utile contabile, dopo un periodo di corretta amministrazione di soli tre anni, è una prova evidente che tutto quello che è stato costruito qui non è stato uno spreco, ma un meccanismo che porta valore aggiunto. Inoltre, il valore viene portato alla collettività attraverso la connettività raggiunta dalle nuove rotte, e allo Stato attraverso il profitto contabile.

Pertanto, l'intero investimento finanziato da fondi europei, che è stato completato nei tempi previsti, costituito da una pista, piattaforme aeree e un nuovo terminal, soddisfa pienamente il principio stabilito di efficienza della spesa dei fondi pubblici. In altre parole, sono state spese somme, in modo che alla fine avrebbero prodotto un profitto ", ha affermato Marius BODEA, presidente del Consiglio di amministrazione dell'aeroporto internazionale di Iasi.

Ti ricordiamo che le compagnie aeree 4 operano sull'aeroporto internazionale di Iasi, verso destinazioni esterne dirette 14, con un regime di volo regolare e che i voli giornalieri 6 sono gestiti da due diverse compagnie aeree.

Stiamo parlando di un'importante evoluzione del numero di voli diretti da Iasi, considerando che nell'anno 2012 c'era solo una rotta aerea esterna diretta per Vienna.

Citiamo che nel sistema di prenotazione sono già stati messi in vendita i biglietti per i voli che diventeranno operativi da marzo 2016.

Elenco delle destinazioni esterne dirette:

TAROM: MONACO DI BAVIERA, ROMA, TEL AVIV, LONDRA, BOLOGNA, TORINO, ISTANBUL (da 9 dicembre a 2015)
WIZZ AIR: VENEZIA / Treviso, MILANO / Bergamo, LONDRA / Luton
AIRLINES AUSTRIANI: VIENNA
BLUE AIR: PARIGI / Beauvais, LONDRA, ROMA, * BARCELLONA, BRUXELLES, COLONNA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.