easyJet collabora con GKN Aerospace per accelerare l'assorbimento di idrogeno nell'aviazione

0 199

easyJet ha annunciato che sta collaborando con GKN Aerospace, il più grande fornitore multitecnologico di livello 1 al mondo per l'industria aerospaziale, per ridurre le emissioni di carbonio nell'aviazione adottando tecnologie a zero emissioni di carbonio.

easyJet supporterà lo sviluppo della tecnologia Hydrogen Combustion (H2JET) e Hydrogen Fuel Cell (H2GEAR) di GKN Aerospace

H2GEAR è un programma di collaborazione innovativo gestito da GKN Aerospace nel Regno Unito, che mira a sviluppare un sistema di propulsione a idrogeno liquido per velivoli subregionali che potrebbe essere esteso a velivoli più grandi. L'idrogeno liquido viene convertito in elettricità in un sistema di celle a combustibile. Questa elettricità alimenta in modo efficiente l'aereo, eliminando le emissioni di carbonio.

Il programma H2GEAR è supportato da 27 milioni di sterline in finanziamenti ATI, abbinati a GKN Aerospace e ai suoi partner industriali.

H2JET è un programma di collaborazione svedese di due anni guidato da GKN Aerospace per guidare lo sviluppo di sottosistemi di propulsione a gas con turbina a idrogeno chiave per velivoli civili a medio raggio.

Sostenere lo sviluppo di un velivolo a zero emissioni di carbonio per la decarbonizzazione dell'aviazione è un obiettivo chiave per easyJet e la compagnia aerea sta collaborando con partner del settore come GKN Aerospace, nonché Airbus, Rolls-Royce, Cranfield Aerospace Solutions e Wright Electric. per accelerare lo sviluppo di tecnologie a zero emissioni di carbonio e le infrastrutture di supporto. 

easyJet è ottimista sul fatto che potrebbe iniziare a trasportare passeggeri su aeroplani a idrogeno, a idrogeno o ibridi entro la fine degli anni '2030.

Nel 2019, easyJet è diventata la prima grande compagnia aerea al mondo a compensare le emissioni di carbonio del carburante utilizzato per tutti i suoi voli e rimane l'unica grande compagnia aerea in Europa a farlo. Ciò non comporta alcun costo aggiuntivo per i suoi clienti e la compagnia aerea supporta solo progetti certificati dal Gold Standard o dal Verified Carbon Standard. Si tratta di una misura intermedia per affrontare il suo impatto ambientale a breve termine.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.