La Finlandia manterrà le sue frontiere chiuse per i viaggi nell'UE fino alla fine dell'estate

0 76

I confini della Finlandia non si apriranno a giugno per i viaggi dagli Stati membri dell'UE e dall'area Schengen, come previsto in precedenza, poiché il paese stima che la situazione epidemiologica nell'Unione europea non sia migliorata, come previsto.

La Finlandia aveva precedentemente fissato a maggio la scadenza per ristabilire i viaggi d'affari nell'Unione europea, mentre a giugno era stata fissata l'apertura delle frontiere per i viaggi Schengen. Tuttavia, la strategia non può essere implementata, poiché solo pochi paesi hanno avuto tassi di infezione da COVID-19 inferiori a 200 per 100.000 residenti nelle ultime due settimane.

Il segretario degli interni Kirsi Pimiä ha confermato che gli obiettivi della strategia per eliminare le restrizioni ai viaggi sono ancora in discussione, ma ha rifiutato di commentare se le frontiere verranno aperte a giugno. "Non abbiamo ancora informazioni dettagliate su come cambieranno le restrizioni a partire dalla prossima settimana. È ancora tutto nell'aria ", ha citato il segretario Pimiä.

La Finlandia manterrà le sue frontiere chiuse per i viaggi nell'UE fino alla fine dell'estate.

Poiché le attuali restrizioni scadranno tra una settimana, la Finlandia intende continuare ad applicare le sue regole di viaggio restrittive a tutti i paesi Schengen ad eccezione dell'Islanda. La decisione della Finlandia sui controlli alle frontiere dipenderà non solo dalla situazione epidemiologica in altri paesi, ma anche dal ritmo della vaccinazione e dalle misure sanitarie messe in atto per sostituire efficacemente i controlli alle frontiere.

D'altra parte, il ministero finlandese degli Affari sociali e della salute ha elaborato una proposta secondo la quale i passeggeri in arrivo in Finlandia devono presentare prove negative di un test PCR, effettuato prima di lasciare il paese di residenza.

Secondo Pimiä, il prossimo passo per rimuovere le restrizioni sarà consentire i viaggi transfrontalieri con Norvegia e Svezia. Il viaggio attraverso il confine finlandese-norvegese può essere consentito fino alla fine del mese. Invece, le comunità che vivono sul confine finlandese-svedese dovranno aspettare più a lungo, poiché la situazione epidemiologica in Svezia è peggiore.

A causa del basso tasso di infezione, la Finlandia ha revocato le restrizioni solo per Islanda, Australia, Nuova Zelanda, Corea del Sud, Singapore, Ruanda e Thailandia.

La Finlandia ha precedentemente deciso di estendere la restrizione all'ingresso del paese a tutti i viaggiatori fino al 25 maggio, a causa di diversi ceppi del virus COVID-19, e di impedire la trasmissione del virus all'interno dei suoi confini. Le frontiere rimangono chiuse per tutti i paesi Schengen, come Paesi Bassi, Belgio, Spagna, Italia, Austria, Grecia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Portogallo, Polonia, Francia, Svezia, Germania, Slovacchia, Slovenia, Finlandia, Danimarca, Repubblica Ceca, Ungheria ed Estonia.

A marzo, la Finlandia ha ignorato la richiesta della Commissione europea di allentare le restrizioni, affermando che le misure esistenti sono state attuate nel tentativo di fermare e prevenire la diffusione del Coronavirus e delle sue nuove mutazioni nel paese. Sulla base dei dati di Worldometer, la Finlandia ha registrato un totale di 95.054 casi di COVID-19, 929 morti, 46.000 cittadini guariti e - attualmente - 43.469 persone sono ancora infette da coronavirus.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.