Al valico di frontiera dell'aeroporto Henri Coandă è stato implementato un sistema automatico per la verifica dei documenti di viaggio

0 1.679

La polizia di frontiera rumena implementa nell'aeroporto internazionale Henri Coandă del valico di frontiera un progetto europeo volto a utilizzare "Sistema automatico di verifica dei documenti di viaggio negli aeroporti - gate ABC", Effettuato da fondi europei non rimborsabili.

Il progetto pilota prevede l'uso del controllo di frontiera sei varchi automatici per il controllo dei documenti di viaggio delle persone, confrontando l'immagine del volto proveniente dal chip elettronico del passaporto / carta d'identità con quella acquisita dalla persona fisicamente presente al controllo di frontiera, al fine di effettuare il processo di identificazione. I varchi sono collegati al Sistema Informativo della Polizia di Frontiera e consentono di effettuare controlli interrogando banche dati e accedendo a rilevanti informazioni operative.

Sei cancelli automatici per il controllo dei documenti di viaggio delle persone

L'implementazione del sistema ABC (Automated Border Control) al valico di frontiera dell'aeroporto Henri Coandă Otopeni consente alle autorità di controllo di frontiera di effettuare il check-in dei passeggeri in modo comodo, veloce e sicuro.  Questo progetto pilota mira a delineare uno standard di qualità, applicabile a tutti gli aeroporti in Romania, aperto al traffico passeggeri internazionale..

Il sistema fornisce anche soluzioni per facilitare le procedure di controllo delle frontiere per i cittadini che attraversano i confini dell'Unione europea e, allo stesso tempo, per modernizzare e migliorare la gestione delle frontiere, rispondendo ai rischi posti dalla criminalità transfrontaliera.

Le categorie di cittadini a cui si rivolgono i cancelli ABC sono i cittadini dell'Unione Europea, dello Spazio Economico Europeo e della Svizzera titolari documento di viaggio biometrico (passaporto o carta d'identità) e avere più di 18 anni.

Il sistema pilota è composto da sei gate, con possibilità di ulteriore espansione, fino a 24 gate, aggiungendo ulteriori licenze, senza modificare l'infrastruttura hardware.

Il valore del progetto è di 2,3 milioni di lei

Il valore del progetto è di 2,3 milioni di lei, il finanziamento proviene da fondi europei non rimborsabili attraverso il programma del Fondo per la sicurezza interna (75%) e include i gate, nonché l'infrastruttura hardware necessaria per l'amministrazione del sistema. L'apparecchiatura deve essere utilizzata in modo permanente.

cancelli automatici per il controllo dei documenti di viaggio

Attualmente, all'aeroporto internazionale Henri Coandă, il controllo dei documenti di viaggio viene effettuato, sia manualmente, eseguito dalle guardie di frontiera nel dispositivo, sia automaticamente, utilizzando i gate ABC. Pertanto, un numero elevato di passeggeri può essere trattato in un determinato periodo di tempo, senza la necessità di integrare il numero di guardie di frontiera. Implementando questo sistema si riducono i tempi di attesa per lasciare il Paese e, implicitamente, si garantisce un traffico passeggeri molto più scorrevole.

L'inizio del progetto con l'installazione di questo sistema ad alte prestazioni all'aeroporto internazionale Henri Coandă non è casuale, dato che qui c'era il maggior numero di passeggeri da tutti i valichi di frontiera in Romania.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.