Emirates aumenta il numero di voli per gli Stati Uniti, da ottobre!

0 81

Da ottobre Emirates ha aumentato le frequenze dei voli verso diverse destinazioni negli Stati Uniti. Rafforzerà la connettività in risposta alla crescente domanda dei clienti, basata su una maggiore sicurezza di viaggio e sulla facilitazione dei protocolli di viaggio internazionali. 

È aumentato anche l'interesse dei viaggiatori americani a visitare Dubai, città polivalente che ospiterà numerosi eventi importanti, tra cui l'Expo mondiale di quest'inverno.

A partire da ottobre, Emirates opererà 78 voli settimanali verso 12 destinazioni statunitensi, con un aumento dei voli di linea settimanali per Boston (BOS), Dallas (DFW), New York (JFK), San Francisco (SFO), Seattle (SEA) e Washington DC (IAD) come segue:

  • Boston: cinque voli a settimana, da quattro voli a settimana
  • Dallas: cinque voli a settimana, da quattro voli a settimana
  • New York: 19 voli settimanali, in aumento da 18 voli settimanali (compresi i voli che collegano Milano e New York)
  • San Francisco: cinque voli a settimana, da quattro voli a settimana
  • Seattle: cinque voli a settimana, da quattro voli a settimana
  • Washington DC: cinque voli a settimana, da quattro voli a settimana

Emirates ha già ripristinato le frequenze giornaliere dei voli pre-COVID-19 su Chicago, Los Angeles e sulle rotte che collegano Atene a Newark e Milano a New York.

Entro l'inizio di dicembre, Emirates ripristinerà oltre il 90% delle sue frequenze di volo pre-COVID negli Stati Uniti, con voli giornalieri aggiunti a Boston, Dallas, Houston, San Francisco, Seattle e Washington DC, oltre ai voli doppi giornalieri per New York. .

L'aereo Emirates A380, con Lounge e Shower Spa, volerà negli Stati Uniti 24 volte a settimana (12 voli per JFK, 7 voli per Los Angeles e 5 voli per IAD) da ottobre.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.