I russi aspettano che le restrizioni vengano tolte per viaggiare in Europa

0 216

Tra il 16 e il 18 marzo 2021, si è svolta la Mostra internazionale di viaggi e turismo di Mosca (Metà 2021). Vi ricordiamo che l'edizione 2020 è stata sospesa a poche ore dal suo debutto a causa del coronavirus. Per Mosca, è la prima fiera del turismo organizzata dall'inizio della pandemia nel marzo dello scorso anno.

Tuttavia, le restrizioni ai viaggi imposte dalla Russia, ma anche da altri stati europei e mondiali, hanno reso impossibile la partecipazione di molte delegazioni internazionali.

Dobbiamo ricordare che, da marzo 2020, i viaggi turistici tra la Russia e l'Unione Europea sono bloccati a causa delle restrizioni imposte sia da Mosca che da Bruxelles.

Al momento, i russi non possono ottenere un visto turistico per viaggiare nell'Unione europea perché i confini russi sono stati chiusi nel marzo 2020 e l'UE / Schengen ha chiuso i confini per i turisti russi il 23 marzo 2020.

Ma il 2021 promette di essere più ottimisti sui viaggi turistici tra Russia e paesi dell'Unione Europea. Alla fiera hanno partecipato delegazioni europee provenienti da Bulgaria, Albania, Slovenia, Montenegro, Spagna, Portogallo, Germania e persino Grecia. C'erano anche alcune presenze esotiche come Cuba, Maldive, Thailandia.

Tuttavia, la presenza più imponente è stata quella della Turchia. I russi non hanno bisogno di un visto per viaggiare in Turchia, ma solo di un test PCR COVID-19 negativo. Questa libertà di viaggiare tra i due stati influenzerà sicuramente le scelte dei turisti russi. In effetti, la Turchia è già la destinazione numero uno in Russia ed è quello che dicono i numeri. Nel 2, circa 2019 ​​milioni di turisti russi si sono recati in Turchia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.