La IATA avverte: il decreto di Trump riguarda gli equipaggi di cabina

Le compagnie aeree devono adattare il loro equipaggio di cabina ai voli verso gli Stati Uniti!

1 1.539

Il fine settimana, appena concluso, è stato agitato a livello locale, ma soprattutto a livello internazionale. Il nuovo presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha firmato un decreto che sospende temporaneamente l'accesso ai cittadini statunitensi dei paesi musulmani 7: Iran, Iraq, Somalia, Sudan, Libia, Siria e Yemen.



Immediatamente dopo la firma del decreto, diversi cittadini musulmani furono arrestati per l'atterraggio negli aeroporti degli Stati Uniti. Altri sono stati colpiti dal rifiuto delle compagnie aeree di trasportarli verso destinazioni in America.

Il decreto di Trump riguarda gli equipaggi di cabina

Oggi, la IATA emette un segnale di allarme e avvisa le compagnie aeree di questo decreto. Anche gli equipaggi di cabina sono interessati. Gli operatori aerei sono tenuti a riorganizzare l'equipaggio di volo per i voli da / per gli Stati Uniti, eliminando dal programma i dipendenti dei paesi sopra menzionati.

Il decreto porterà anche a perdite significative tra le compagnie aeree, che dovranno rifiutare l'imbarco dei cittadini provenienti dai paesi citati.

Emirates ha già annunciato modifiche al personale di bordo. Non ha specificato quanti dipendenti sono interessati da 6300, che fanno parte del personale di navigazione, ma ha affermato che i voli da / per gli Stati Uniti saranno operati secondo il programma. Ha anche riferito di un numero limitato di passeggeri interessati dal nuovo decreto firmato da Trump.

Al momento, il business di Emirates non è interessato dalle modifiche legislative. Emirates effettua voli giornalieri 17 per destinazioni nel Nord America: New York, Fort Lauderdale, Chicago, Washington, Boston, Dallas, Houston, Los Angeles, Orlando, San Francisco, Seattle e Toronto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.