Il certificato digitale COVID-19 (Green Pass) diventa obbligatorio per l'accesso a ristoranti ed eventi pubblici. Ecco dove e quando!

0 663

Il Comitato Nazionale per le Situazioni di Emergenza ha adottato nella riunione del 16 settembre 2021 la Decisione numero 70 con la quale si propone di stabilire alcune misure necessarie da applicare nel contesto della pandemia di COVID-19.

Le principali modifiche proposte sono:
a) Consentire attività in determinati settori economici, se l'incidenza cumulativa a 14 giorni è maggiore di 3/1.000 abitanti e minore o uguale a 6/1.000 abitanti, solo per le persone vaccinate, testate o malate, quindi:

  • Le competizioni sportive organizzate in spazi chiusi o all'aperto, possono svolgersi con la partecipazione di spettatori fino al 30% della capienza massima dello spazio, indossando una mascherina protettiva e garantendo una distanza minima di 1 metro tra gli spettatori;
  • L'attività all'interno delle sale cinematografiche, enti di spettacolo e/o concerti può essere svolta con la partecipazione degli spettatori fino al 50% della capienza massima dello spazio, con l'uso della mascherina protettiva;

L'organizzazione e lo sviluppo in spazi aperti di spettacoli, concerti, festival pubblici e privati ​​o altri eventi culturali può avvenire con la partecipazione di un massimo di 1.000 spettatori, indossando una maschera protettiva;

  • Gli eventi privati ​​in spazi chiusi (matrimoni, battesimi), in saloni, centri culturali, ristoranti, bar, caffetterie, sale eventi/tendoni possono avvenire con la partecipazione fino a 200 persone, garantendo una superficie di almeno 2 mq per ogni persona;
  • L'organizzazione di corsi di formazione e laboratori può avvenire con la partecipazione di un massimo di 150 persone in spazi chiusi, rispettivamente di un massimo di 200 persone in spazi aperti, indossando una mascherina protettiva e garantendo una superficie di almeno 2 mq ciascuno persona. ;
  • L'organizzazione di convegni in spazi chiusi può avvenire con la partecipazione di un numero massimo di 150 persone, con l'uso di mascherina protettiva e garantendo un'area di almeno 2 mq per ogni persona;
  • L'organizzazione di raduni e manifestazioni può essere effettuata con la partecipazione di un massimo di 100 persone, nel rispetto di alcune misure:

L'attività di ristoranti e bar, in locali chiusi, può svolgersi nell'intervallo di tempo 0500-0200 fino al 50% della capienza massima dello spazio;

  • L'attività delle sale sportive/fitness in spazi chiusi può essere svolta con la partecipazione di persone fino al 50% della capienza massima dello spazio, garantendo una superficie di almeno 7 mq per ogni persona;
  • L'attività degli operatori economici abilitati nel campo del gioco d'azzardo può essere svolta con la partecipazione di persone fino al 50% della capienza massima dello spazio;
  • L'attività degli operatori economici che gestiscono parchi giochi per bambini al chiuso può essere svolta nell'intervallo di tempo 0500-2400 fino al 50% della capienza massima dello spazio;
  • L'attività delle piscine coperte può essere svolta fino al 50% della capienza massima dello spazio.

b) Consentire lo sviluppo di attività in determinati ambiti economici, se l'incidenza cumulativa a 14 giorni è maggiore di 3/1.000 abitanti e minore o uguale a 6/1.000 abitanti, solo per le persone vaccinate, come segue:

  • L'attività nei bar, club e discoteche può essere svolta nell'intervallo di tempo 0500-0200 fino al 30% della capienza massima dello spazio;
  • L'attività delle sale gioco può essere svolta nell'intervallo di tempo 05:00-02:00 fino al 50% della capienza massima dello spazio.
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.