Il Regno Unito introdurrà il sistema "semaforo" nella classificazione dei paesi, a partire dal 17 maggio

0 6.262

Il governo britannico ha rivelato maggiori dettagli sul sistema "semaforo" che intende implementare con la riapertura dell'industria del turismo.

Il segretario ai trasporti Grant Shapps ha spiegato che il programma classificherà i paesi in base al rischio. Saranno considerati fattori che includono la percentuale della popolazione che è stata vaccinata contro il Covid-19, il tasso di infezione, la prevalenza di varianti di preoccupazione e l'accesso a dati scientifici affidabili e il sequenziamento genomico, hanno detto i funzionari.

Tuttavia, il primo ministro Boris Johnson ha affermato che il sistema potrebbe essere implementato a partire dal 17 maggio, sebbene non sia stata fissata una data precisa per la riapertura del settore turistico. Un rapporto pubblicato oggi dalla Global Travel Taskforce include piani per rimuovere il modulo del permesso di viaggio - introdotto a marzo - il che significa che i passeggeri non avrebbero più bisogno di dimostrare di avere un motivo valido per lasciare il paese.

All'inizio di maggio è prevista una decisione su quali paesi verranno aggiunti agli elenchi e se sarà possibile viaggiare per turismo.

L'impianto semaforico sarà suddiviso in tre categorie:

  • Verde: I viaggiatori che entrano nel Regno Unito dalla Green Zone saranno tenuti a sostenere un test pre-viaggio e un test PCR il primo o il secondo giorno dopo l'arrivo nel Regno Unito, ma non dovranno essere messi in quarantena (a meno che non ricevano un risultato positivo).
  • Giallo: I viaggiatori che entrano nel Regno Unito dalla zona gialla dovranno fare un test prima di viaggiare, essere messi in quarantena a casa per 10 giorni nel Regno Unito e dovranno fare 2 test PCR il secondo giorno e l'ottavo giorno successivo per poter ottenere fuori quarantena.
  • Rosso: i viaggiatori che entrano nel Regno Unito dalla zona rossa dovranno fare un test prima di viaggiare, dovranno rimanere in quarantena per 10 giorni in un hotel approvato dal governo britannico e fare altri due test mentre si trovano a Caranin, il secondo giorno e il ottavo giorno.

Anche i test sui passeggeri svolgeranno un ruolo chiave nella stagione estiva

Il governo ha affermato che i test rimangono una parte essenziale della protezione della salute pubblica poiché le restrizioni iniziano a essere revocate. I viaggiatori che entrano nel Regno Unito non saranno esentati e dovranno fare un test prima del viaggio, più altri due dopo l'arrivo nel Regno Unito il secondo e l'ottavo giorno.

I funzionari hanno aggiunto che è troppo presto per prevedere quali paesi saranno nella lista rossa durante l'estate e il governo continua a considerare una serie di fattori. Le restrizioni saranno formalmente riviste il 28 giugno a seconda di come si evolverà o coinvolgerà la pandemia, a livello nazionale e internazionale, e per vedere se le misure attuali potrebbero essere revocate.

Altri controlli ufficiali si svolgeranno ai posti di blocco entro il 31 luglio e il 1 ° ottobre al più tardi.

Il governo ha anche annunciato l'intenzione di digitalizzare il modulo di localizzazione dei passeggeri, integrandolo nel sistema di frontiera del Regno Unito e rendendo i controlli molto più semplici. È possibile che nel prossimo futuro vengano annunciate misure speciali per i vaccinati e immunizzati a seguito dell'infezione da COVID-19.

All'Autorità per l'aviazione civile (CAA) verranno inoltre conferiti ulteriori poteri esecutivi per agire sulle compagnie aeree che hanno violato i diritti dei consumatori, su come utilizzare gli strumenti aggiuntivi per far rispettare i diritti dei consumatori.

Torneremo con le informazioni non appena queste saranno annunciate sui canali ufficiali del governo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.