Il numero di passeggeri registrati negli Stati Uniti nel 2020 è diminuito nel 1985

0 159

anul Il 2020 è stato un disastro per il turismo mondiale, era a disastro per il traffico aereo di passeggeri, compresi gli aeroporti sono stati influenzati dal calo del numero di passeggeri.

Airports Council International Europe ha presentato i dati per il 2020 per gli aeroporti in Europa. Secondo il rapporto ACI Europe, Gli aeroporti europei hanno perso 1.72 miliardi di passeggeri, una diminuzione percentuale del 70.4% rispetto al 2019, tornando ai livelli del 1995.

Il traffico aereo passeggeri degli Stati Uniti è sceso al 1985

La situazione non è nemmeno più brillante attraverso l'Atlantico. Secondo i dati diffusi dallo United States Bureau of Transportation Statistics, il numero di passeggeri nel 2020 è sceso al 1985.

Secondo il rapporto presentato dal Bureau of Transportation Statistics degli Stati Uniti, le compagnie aeree statunitensi hanno trasportato il 62% in meno di passeggeri a dicembre 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019.

A causa della pandemia COVID-19, nel 2020 le compagnie aeree statunitensi hanno trasportato solo 368 milioni di passeggeri rispetto ai quasi 923 milioni nel 2019. 

Durante il 2020, i viaggi aerei negli Stati Uniti sono diminuiti del 58,7%, mentre i viaggi internazionali sono diminuiti del 70,4% poiché molti paesi hanno imposto significative restrizioni ai viaggi. 

Secondo i dati forniti da Airlines for America (A4A), che rappresenta American Airlines, Delta Air Lines, United Airlines, Southwest Airlines e altre sussidiarie, il numero di passeggeri trasportati da e per gli Stati Uniti è diminuito nel 1985. 

Le compagnie aeree statunitensi hanno perso 43.8 miliardi di dollari nel 2020

Le maggiori compagnie aeree statunitensi hanno chiuso il 2020 con perdite record, per un totale di 43,8 miliardi di dollari. Nel gennaio 2021, American Airlines ha registrato una perdita netta di $ 8,9 miliardi per il 2020, un record nella storia della compagnia.

Southwest Airlines ha anche riportato la sua prima perdita annuale di $ 3,1 miliardi nel 1972, mentre le perdite di JetBlue sono state pari a $ 1,4 miliardi. Nel 2020, United Airlines ha subito una perdita netta di oltre 7 miliardi di dollari, la più grande perdita netta dal 2005.

Sfortunatamente, il ritorno ai livelli pre-covid sarà lento. La IATA prevede che il traffico passeggeri nel 2021 aumenterà solo del 38% rispetto allo scorso anno. In particolare, se la pandemia di coronavirus finisse quest'anno, il traffico aereo passeggeri riprenderebbe nel 2023-2024.

Il 15 febbraio 2021, i legislatori statunitensi hanno approvato un pacchetto di salvataggio da 14 miliardi di dollari per sostenere le compagnie aeree del paese e i loro dipendenti entro settembre 2021.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.