Un altro rinvio all'aeroporto internazionale di Brandeburgo di Berlino

Un altro rinvio all'aeroporto internazionale di Brandeburgo (BER) di Berlino

0 252

Dal più grande aeroporto di Berlino, Berlin Brandenburg International (BER) è diventato il più grande campo di battaglia locale. Sembra che subirà un altro ritardo. Inizialmente BER doveva essere inaugurato su 3 giugno 2012, ma a causa di problemi con il sistema di protezione antincendio l'inaugurazione è stata rinviata a 17 marzo 2013.

In questi giorni ci sono state segnalazioni che confermano che il Brandenburg International (BER) di Berlino non aprirà le sue porte a marzo 2013, con un nuovo rinvio di diversi mesi annunciato. Al momento non è stata fissata una nuova data, ma le tensioni locali sono aumentate.

A seguito degli scandali della politica berlinese del primo rinvio dell'apertura, per marzo 2013, un nuovo probabile ritardo di due o tre mesi amplifica ora il caos in cui è avvolto il BER. Il ministro dei trasporti federale Peter Ramsauer (CSU) ha confermato che l'ultima scadenza per l'apertura, marzo 2013, non è più praticabile.

In tali situazioni le perdite finanziarie sono enormi. Ai costi iniziali di circa 2,5 miliardi di euro relativi alla costruzione del BER verranno aggiunti, secondo gli esperti, 15 milioni di euro con ogni mese di ritardo. Le perdite saranno a carico dei tre azionisti dell'aeroporto, il Land di Berlino (37%), il Land di Brandeburgo (37%) e lo Stato federale (26%).

E le compagnie aeree hanno grandi perdite. Oltre un milione di passeggeri di Air Berlin, che hanno prenotato voli da 3 June 2012, data in cui l'aeroporto avrebbe dovuto essere aperto, saranno interessati dalle modifiche degli orari e dal reindirizzamento degli atterraggi e dei decolli nel vecchio aeroporto di Tegel . Nel caso dei clienti Lufthansa ci sono oltre 500.000 persone.

Oltre alle perdite finanziarie, ci sono anche perdite di immagine e fiducia. E questi sono difficili da calcolare e stimare, soprattutto perché possono avere effetti a lungo termine e molto a lungo termine.

Nei due attuali aeroporti di Berlino, Tegel e Schönefeld, decolla e atterra ogni giorno sugli aerei 700. A causa del primo rinvio, che è arrivato pochi giorni prima della data di apertura, gli operatori aerei sono stati costretti a intensificare la propria attività negli aeroporti esistenti. Tegel sta affrontando l'aumento del 30% del traffico aereo e passeggeri.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.